Roma rende pedonale via dei Fori Imperiali. La popolare strada che porta al Colosseo verrà chiusa al traffico veicolare privato, come reso noto dall’Agenzia per la Mobilità della Capitale, a partire dal 3 agosto. Una nuova ZTL che a partire da questo sabato promette di cambiare il modo di vivere l’area da parte di romani e turisti.

Modifiche alla mobilità in via dei Fori Imperiali che avanzeranno a varie tappe, con la chiusura da largo Corrado Ricci fino a piazza del Colosseo e l’obbligo di svolta su via Cavour. Sabato 3 agosto è stata inoltre organizzata una serata di cultura, musica e divertimento per presentare la nuova viabilità, con il Comune di Roma che darà vita a “La Notte dei Fori”.

I confini della ZTL dal 3 agosto

La nuova mobilità istituita dal Comune di Roma Capitale per l’area dei Fori Imperiali vedrà le seguenti modifiche alla circolazione:

  • ZTL dei Fori Imperiali: Provenendo da piazza Venezia le vetture non potranno superare largo Corrado Ricci e saranno obbligate a svoltare a sinistra su via Cavour;
  • Eliminato il varco ZTL posizionato su via dei Serpenti, alla quale non si potrà più accedere provenendo da via Cavour;
  • Senso unico in direzione piazza del Colosseo per via degli Annibaldi e via Nicola Salvi, che offriranno però la possibilità di accedere in direzione Circo Massimo a via di San Gregorio;
  • Senso unico anche per via Labicana, con due corsie centrali per il trasporto pubblico e due corsie laterali per la mobilità privata: quella di sinistra consentirà di raggiungere la zona di Termini e dell’Esquilino con svolta obbligata su via Merulana, mentre la corsia di destra permetterà di raggiungere il Celio, viale Manzoni e San Giovanni;
  • Verrà consentita la svolta a sinistra all’incrocio tra Porta San Giovanni e via Emanuele Filiberto per raggiungere piazza Vittorio Emanuele II;
  • Senso unico anche per viale Manzoni, a partire da via Merulana, direzione via Emanuele Filiberto;
  • Una sola direzione di marcia anche per via delle Terme di Tito, a partire da via Nicola Salvi e fino a via di Monte Oppio. Verranno a questo scopo riorganizzati anche i sensi unici tra largo della Polveriera e via del Fagutale;
  • Invertito il senso di marcia in via dei Normanni per quanto riguarda la corsi di parcheggio, mentre viene istituita su via Pietro Verri una zona di carico e scarico.

Chi potrà circolare

Lungo il tratto che va da largo Corrado Ricci a piazza del Colosseo potranno circolare solo i pedoni, le biciclette, i mezzi adibiti al trasporto pubblico, le vetture NCC, i veicoli in servizio taxi e gli autorizzati diretti a strutture di culto o di accoglienza. Tutti dovranno ad ogni modo rispettare una velocità massima di 30 km all’ora.

Trasporto pubblico e bus turistici: cosa cambierà

Le modifiche alla mobilità dell’area dei Fori Imperiali coinvolgeranno anche alcune linee del trasporto pubblico locale, nello specifico i mezzi di superficie C3, 53, 75 e 117.

Limitazioni previste per i bus turistici per quanto riguarda il transito su piazza del Colosseo, provenendo da via di San Gregorio, e su via Merulana, provenendo da piazza San Giovanni in Laterano. Aree di sosta specifiche realizzate in via di San Gregorio.

Aree di sosta

Modifiche anche per quanto riguarda il sistema delle aree di sosta di via Labicana (fronte nord), via Merulana e via degli Annibaldi, dove una quota dei parcheggi “bianchi” verranno conventiti in “strisce blu” per favorire la rotazione e recuperare spazi per la sosta dei veicoli appartenenti ai residenti.

Seconda fase: le ulteriori modifiche di dicembre

Intorno alla metà di dicembre partiranno alcune ulteriori modifiche alla viabilità della zona. Gli interventi puntano a valorizzare il servizio turistico dell’area dei Fori Imperiali migliorando la mobilità a piedi. Nello specifico ecco le novità previste:

  • Verranno ampliati i marciapiedi lungo via dei Fori Imperiali, direzione Colosseo, da 3 a 6 metri e la sede stradale verrà ridotta a 2 corsie (contro le 3 attuali);
  • Prevista una nuova pista ciclabile che verrà prolungata in direzione del Parco del Colle Oppio e lungo via Labicana e viale Manzoni;
  • Spostamento del varco ZTL di largo Corrado Ricci all’incrocio tra via degli Annibaldi e via Cavour.

La notte dei Fori: eventi in programma

A partire dalle 21:30 di sabato 3 agosto si illuminerà la zona dei Fori Imperiali con una serie di manifestazioni organizzate dal Comune di Roma Capitale. Visite guidate, artisti di strada, spettacoli e musica dal vivo renderanno unica la “prima” della nuova “Passeggiata dei romani”.

Si parte alle 21:30 con il Corteo della Banda dei Vigili Urbani e con lo spettacolo teatrale “Shakespeare loves Rome” (presso il Foro di Cesare), un viaggio alla scoperta dell’amore nei testi shakespeariani a cura dell’associazione La Bilancia.

Si prosegue poi, tra gli altri, con la musica, i canti e la romanità del Ponentino Trio (presso via dei Fori Imperiali), per poi concludere appena dopo la mezzanotte con il concerto a cura dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Maggiori informazioni sugli eventi in programma sul sito del Comune di Roma Capitale.

31 luglio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
vittorio72, mercoledì 31 luglio 2013 alle13:49 ha scritto: rispondi »

Ho letto l'articolo pubblicato sul quotidiano il messaggero di oggi e dico solo se il presidente del comitato e i servizi per la mobilità di roma sanno contare. Ma dove avete visto che i parcheggi che ci avete tolto sono solo una cinquantina? Ma voi avete almeno frequentato la quinta elementare? Nessuno vuol capire che a noi mancano i parcheggi: vi siete messi tutti d'accordo (ciclisti della domenica, ambientalisti e lega ambiente e chi più ne più ne metta) a prendere sottogamba i disagi che ci state creando con le vostre fisime da manicomio ci state prendendo solo in giro d'accordo con il signor sindaco e tutti i suoi accoliti. Siampo stufi di tutti i politici che fanno solo quello che decidono loro senza ascoltare nessuno e meno male che chiamano arroganti chi non è d'accordo con loro: prendete solo per i fondelli le persone. Andare in bicicletta! Vi rendete conto delle castronerie che andate cianciando voi e quella lobby arrogante dei fanatici ciclisti e compagnia bella. Non fateci imbestialire di più con le vostre malsane idee. Andate a lavorare veramente e poi vi accorgete cosa significa andare in bici e farsi 6 o 7 km dopo una giornata di avero lavoro. per non parlare dei mezzi pubblici che neanche nei paesi da quarto mondo funzionano così.

Lascia un commento