Pecorino di anacardi e dolci vegan le tendenze 2018 secondo VeganOK

L’ultimo Rapporto dell’Osservatorio VeganOk rivela quelli che saranno i cibi vegan di tendenza nel 2018, anno che sarà segnato da un ritorno alla tradizione culinaria, ma anche dall’arrivo di nuovi supercibi animal friendly. Dalla pasta con i ceci per arrivare al pecorino di anacardi, dal quadro condiviso dall’osservatorio sui consumi vegani emerge un orientamento verso il consumo dei superfood con gusti più tradizionali e classici.

=> Leggi 5 ricette vegan per i dolci di Carnevale

Nello specifico, sulla tavola dei vegani nel 2018 vi sarà un sempre maggiore utilizzo degli “scarti”, più dolci e formaggi vegetali, maggior consumo di superfood e carne cruelty free. Tra gli alimenti più di tendenza figureranno il pecorino di anacardi, il kale, la caponata di verdure, la pasta coi ceci, panforte e ribollite, e super alimenti come curcuma, acai, chia, canapa, quinoa, spirulina e bacche di goji, superfood che contengono una gran quantità di sostanze nutrienti indispensabili per la salute.

=> Scopri la ricetta vegan per lasagne di pane carasau e pesto

Anche nel settore dei dessert si prevede un aumento del consumo di dolci e gelati vegan soprattutto grazie ai nuovi sostituti delle uova, tra cui l’aquafaba, ovvero l’acqua di cottura dei legumi che montata a neve consente di preparare ottimi dolci soffici, senza utilizzare le uova. A proposito di sostituti, il latte sarà sostituito dal formaggio a base di soia, riso o amidi e grassi vegetali, ma soprattutto con la frutta a guscio come gli anacardi e le mandorle. Commenta Paola Cane, direttrice del progetto VeganOK:

Alcuni forti segnali ci indicano che l’alimentazione vegana sta rapidamente tornando alle origini. Un back to basic che è recupero della tradizione gastronomica mediterranea, dei nostri gusti, dei nostri ingredienti. Le novità del 2018 potrebbero non essere soltanto nuovi ingredienti e nuovi prodotti, ma anche, fortemente, il ritorno ad un’alimentazione più classica, dai gusti più tradizionali.

Quindi due macro trend andranno a svilupparsi: i driver della spesa vegana (etica, salute, ambiente) porteranno le aziende a percorrere scelte opposte, all’insegna della tradizione o, al contrario, dell’innovazione, a volte anche estrema.

31 gennaio 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento