Delle pecore per tosare l’erba dei prati, il tutto in modo economico, ecologico e del tutto sostenibile. È questo il trend che da qualche anno spopola in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti dove pare che colossi come Google ne abbiano già fatto ricorso, pronto a espandersi anche in Italia. L’iniziativa questa volta nasce nel comune di Ferrara, dove un gregge nutrito di ovini è stato scelto per la manutenzione di alcuni luoghi verdi della città.

Si trasformano in abili giardinieri e, in cambio, richiedono solo della fresca erba da brucare quotidianamente. Sono centinaia le pecore che a Ferrara si occuperanno del verde del Sottomura, un esempio che sta sollevando molta curiosità a livello nazionale, tanto che in molti chiedono interventi simili per tutto lo Stivale. E, secondo quanto riportato da La Nuova Ferrara, secondo Coldiretti vi sarebbero altri 60.000 esemplari, tra pecore e capre dell’Emilia Romagna, pronti a prestare lo stesso servizio ecologico.

Gli ovini pascoleranno l’erba del Sottomura fino alla fine di maggio, mantenendo così in ordine il manto verde per un lungo periodo di tempo. Contestualmente, sembra che verranno organizzate molte iniziative, per avvicinare il mondo dei grandi e dei più piccoli a questo straordinario animale. Così prosegue Coldiretti:

La scelta del Comune di Ferrara, oltre a far risparmiare soldi pubblici, costituisce un segnale importante per valorizzare il ruolo che pecore e capre, ma anche mucche, asini e cavalli, già svolgono in molti territori, spesso di montagna, per tenere rasati i prati e i pascoli, salvaguardandoli dai dissesti idrogeologici. Il loro impiego in aree urbane e periurbane, oltre a mantenere rasato il manto erboso, può favorire il mantenimento in modo naturale della fertilità dei terreni. Il valore dell’iniziativa sta nel doppio vantaggio per il Comune che rasa l’erba a costo zero e per l’allevatore che riduce le spese per alimentare gli animali.

Come già accennato, il trend degli ovini giardinieri ha trovato applicazione in tutto il mondo, con esperimenti di successo sia per le istituzioni che per gli allevatori coinvolti. Capre, pecore e lama si sono occupati dell’aeroporto di Portland, ad esempio, mentre a San Francisco le loro abitudini alimentari hanno permesso di proteggere lo scalo locale, creando un naturale corridoio antincendio.

4 aprile 2016
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento