Pasta al pomodoro: calorie e ricetta

Il piatto di pasta per eccellenza è condito con il pomodoro, fresco in estate e con la passata in tutte le altre stagioni. Gli estimatori della ricetta non sono solo italiani, ma anche stranieri, affascinati dal gusto e dalla soddisfazione che regala una ricetta tanto semplice.

La pasta scelta per questa preparazione è nella maggior parte dei casi secca, preparata cioè con acqua e semola di grano duro. Tuttavia non è raro che in casa, e nelle locande più tradizionali, si utilizzi la pasta fresca all’uovo, soprattutto fettuccine e tagliolini. L’impiego della pasta fresca è, tradizionalmente, più diffuso nel Nord Italia. Infatti un tempo le uova erano disponibili tutto l’anno solo nelle Regioni del Nord, mentre al Sud la galline smettevano di deporre dall’inizio dell’inverno fino alla primavera successiva.

La pasta al pomodoro è un piatto economico, molto apprezzato anche per le possibilità di personalizzazione: con il basilico fresco in estate, con il parmigiano grattugiato o con il peperoncino nei mesi freddi o per gli amanti dei gusti più intensi. Ecco come realizzarla con la pasta secca e fresca, nonché quali sono le calorie e le caratteristiche nutrizionali dei due piatti.

Spaghetti al pomodoro

Pasta

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di spaghetti;
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • 600 g di polpa di pomodoro al naturale;
  • 100 g di cipolla;
  • uno spicchio d’aglio sbucciato;
  • basilico fresco.

=> Scopri l’etichettatura dell’olio extravergine di oliva


Fate appassire la cipolla sminuzzata in una padella antiaderente con l’olio extravergine di oliva e lo spicchio d’aglio. Unite la polpa di pomodoro. Fate cuocere per circa 20 minuti, mescolando spesso. Cuocete gli spaghetti in acqua bollente leggermente salata, quindi scolateli al dente e conditeli con la salsa di pomodoro. Mescolate adeguatamente e servite caldo, con qualche foglia di basilico per decorare e profumare i piatti.

Tagliatelle al pomodoro fresco

Noodles

Ingredienti per 4 persone:

  • 240 g di tagliatelle;
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • 600 g di pomodori freschi maturi;
  • 100 g di scalogno;
  • basilico fresco.

=> Scopri dieci curiosità sulla pasta


Fate appassire lo scalogno sminuzzato in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Unite i pomodori freschi sminuzzati. Fate cuocere per circa 20 minuti senza coperchio, fino a quando l’acqua di vegetazione sarà quasi completamente asciugata. Cuocete la pasta fresca in acqua bollente leggermente salata, quindi scolate e saltate nel tegame con il sugo di pomodoro fresco e i due cucchiai di olio rimasti. Mescolate bene, e servite caldo con il basilico fresco.

Valori nutrizionali e calorie

Una porzione di spaghetti al pomodoro apporta circa 350 kcal, valore non molto differente da quello delle tagliatelle al pomodoro fresco. Anche il contenuto di macronutrienti nei due piatti cambia poco: la porzione di pasta all’uovo è ridotta a 60 g, secondo gli standard quantitativi delle porzioni per la popolazione italiana, pertanto l’apporto proteico aggiuntivo dell’uovo diventa quasi trascurabile.Le tagliatelle fresche, però, non sono adatte a chi soffre di allergia all’uovo.

=> Scopri la ricetta della pasta fredda con verdure


L’eventuale aggiunta di un cucchiaio di parmigiano grattugiato a porzione comporta un aumento dell’apporto calorico pari a 40 kcal a piatto. Mentre la quantità di proteine rimane limitata: 10 g di formaggio grattugiato ne contengono solo 3.3 g.

Il pasto, per essere equilibrato secondo quanto suggerito dal modello della dieta mediterranea, deve essere completato una porzione di pesce o formaggio fresco, quindi un contorno di verdure fresche di stagione condite solo con aceto balsamico, di mele o di vino a seconda dei gusti, e spezie o erbe aromatiche.

18 ottobre 2018
Lascia un commento