Passeggiare con il cane un rimedio naturale per il benessere mentale

Passeggiare con il cane potrebbe rappresentare uno dei rimedi naturali più efficaci per il benessere mentale di uomini e donne. A sostenerlo uno studio della University of Liverpool, secondo cui a beneficare del “giretto” con il proprio migliore amico non sarebbe soltanto quest’ultimo, ma anche chi lo porta a spasso.

I ricercatori hanno intervistato 25 proprietari chiedendo loro di scrivere delle personali riflessioni riguardo le loro esperienze a passeggio con il proprio cane. Uno dei tratti comuni è risultata la convinzione che la passeggiata prendesse il via dal loro desiderio di portare dei benefici al loro amico a quattro zampe. Questa idea è risultata poi alla base dei vantaggi che tale pratica porterebbe al benessere mentale della persona.

=> Scopri come passeggiare 30 minuti nella natura aiuti a combattere depressione e infarto

Come hanno spiegato gli studiosi di Liverpool la sensazione di felicità e di benessere derivata dal portare in giro il cane sarebbe un riflesso della sensazione di vedere tale passeggiata rendere felice il proprio amico. La voglia di andare a passeggio con il proprio animale domestico risulterebbe tuttavia ridotta, sottolineano i ricercatori, qualora il proprietario percepisca il proprio “Pet” ad esempio come svogliato o troppo vecchio.

=> Leggi perché passeggiare 10 minuti combatte i dolori alle gambe durante i viaggi in auto

Altri benefici percepiti dai proprietari, oltre al benessere del proprio cane, quelli della maggiore attività fisica e dell’incremento delle interazioni sociali (principalmente con gli altri proprietari). Come ha sottolineato la Dott.ssa Carri Westgarth, autrice principale dello studio:

I fattori che motivano i proprietari a portare a passeggio i propri cani sono estremamente complessi, tuttavia sappiamo che possono motivare fortemente dei comportamenti salutari nell’uomo. È fondamentale comprendere perché i proprietari portare a passeggio i propri cani se vogliamo essere in grado di spingerli effettivamente a portare più a spasso i propri cani.

Benessere mentale che rappresenterebbe solo un possibile beneficio per l’uomo. Il passeggiare con il cane a passo veloce per almeno 30 minuti al giorno consentirebbe di sforare in maniera netta il tempo minimo di esercizio fisico settimanale consigliato dall’OMS. Inoltre chi va a passeggio con il proprio amico a quattro zampe risulterebbe generalmente più fisicamente attivo rispetto a un non-proprietario.

4 settembre 2017
Lascia un commento