Pasqua: svuotare le uova per decorarle

Le uova sono per eccellenza il simbolo della Pasqua: rappresentano la perfezione del mondo, l’anima degli esseri viventi, il rinnovamento. E decorarle per abbellire la casa è una delle pratiche più diffuse con il riciclo creativo. Ma, prima di essere decorate, le uova devono essere svuotate. Questo risponde a una ragione pratica: le uova, dopo un po’ di tempo marciscono e mandano cattivo odore. Svuotarle è facile, facendo due buchi, uno in cima e uno sul fondo, perché l’aria ha bisogno di uscire dall’interno dell’uovo. Ma c’è un modo per riuscire a svuotare un uovo praticando su esso uno e un solo foro.

Esistono in commercio delle macchinette per svuotare le uova e riutilizzarle così con il riciclo creativo, ma anche il fai da te può raggiungere gli stessi risultati se si è delicati a sufficienza. Dopo aver eseguito queste operazioni, le uova possono essere colorate con colori acrilici o tempere, magari anche con lo smalto per unghie, se si è particolarmente precisi.

Materiali occorrenti per decorare le uova

  • Uova;
  • Una vite;
  • Un martello;
  • Una siringa;
  • Un portauovo;
  • Acqua;
  • Aceto di vino bianco;
  • Filo di cotone;
  • Stuzzicadenti;
  • Un taglierino.

Uova di Pasqua decorate: procedimento

  • Porre un uovo sul portauovo e praticare un forellino utilizzando una vite e il martello sulla parte superiore dell’uovo.
  • Aspirare l’aria con la siringa e mettere da parte l’uovo per le preparazioni in cucina (non si deve buttare via nulla). L’operazione può essere ripetuta più e più volte, finché l’uovo non sarà vuoto: solitamente fuoriesce prima l’albume e poi il tuorlo direttamente dal buco.
  • Sciacquare ben bene l’uovo, delicatamente, all’interno e all’esterno. Per immettere l’acqua, aiutarsi con la siringa, così come per estrarla dopo la pulizia.
  • Mettere a bagno l’uovo in una bacinella un litro e mezzo d’acqua con un bicchiere d’aceto per un’ora. Non eccedere con l’aceto né con la durata dell’immersione, perché potrebbe danneggiare l’uovo.
  • Sciacquare l’uovo, badando di eliminare tutto l’aceto, con l’aiuto della siringa.
  • Legare il filo di cotone intorno a una metà dello stuzzicadenti, fissandolo, in più avvolgimenti, con un nodo a cappio.
  • Tagliare a metà nel senso dello spessore uno dei due lati dello stuzzicadenti, con il taglierino.
  • Inserire lo stuzzicadenti con il filo nel foro dell’uovo, badando che la parte tagliata dello stuzzicadenti sia inserita dalla parte superiore, in modo che tirando il filo si fissi completamente. Ora l’uovo è pronto da decorare e appendere.

1 aprile 2014
Fonte:
Lascia un commento