Le festività di Pasqua sono finalmente arrivate e, come tradizione, la giornata è tutta declinata ai più piccoli: tra uova di cioccolato e giochi in giardino, i bambini vivranno la ricorrenza con particolare entusiasmo. Un’occasione perfetta, di conseguenza, per stimolare la loro creatività e occupare parte del loro tempo, approfittando di qualche originale lavoretto, tutto declinato in tema uova, coniglietti e fiori primaverili. Anche ricorrendo al riciclo di materiali già presenti in casa, per un divertimento che sia completamente rispettoso dell’ambiente.

=> Scopri il menu vegan per Pasqua


Sono moltissimi i lavoretti pasquali a misura di bambino, dalla decorazione delle uova fino alla creazione di irresistibili segnaposto. In ogni caso, è necessaria sempre la supervisione di un adulto: questo per evitare che i più piccoli si taglino con le forbici, ad esempio, o che ingurgitino sostanze tossiche quali tempere e vernici. Di seguito, qualche consiglio.

Dipingere le uova

Il lavoretto più classico per la giornata di Pasqua è, senza ombra di dubbio, quello della decorazione delle uova. Una tradizione che affonda le origini in un passato lontano, antecedente allo stesso Cristianesimo, poiché per molte popolazioni antiche l’uovo è sempre stato simbolo di fertilità, di vita e di buon augurio. Dipingerle è molto facile, basta lasciare fruire la fantasia.

Il primo passo, di cui un adulto dovrà farsi carico, è quello di preparare le uova sode. Questo perché il processo di cottura rende il guscio più solido, ne garantisce una giornata maggiore nel tempo ed evita eventuali rotture in fase di decorazione. Per farlo, è sufficiente immergere l’uovo in un pentolino pieno d’acqua, lasciando sul fornello in ebollizione per circa 10-15 minuti.

=> Scopri come decorare le uova con il découpage


Le uova possono essere colorate con vernici specifiche, queste ultime dai colori solitamente brillanti e lucenti, ma anche con le classiche tempere. Ancora, si potrà approfittare di tinte del tutto naturali, recuperate dagli ingredienti in cucina: lo zafferano rende il guscio giallo, la cipolla garantisce tonalità dall’arancione al rosso, gli spinaci un intenso verde, i lamponi striature violacee e il caffè tutte le gradazioni dal marrone al nero. Per raggiungere il risultato sperato, è sufficiente immergere l’ingrediente prescelto nell’acqua di bollitura dell’uovo sodo.

Ancora, è possibile affidarsi alle tecniche di découpage, in caso si fosse alla ricerca di uova unicamente universali. Si potrà richiedere ai bambini di ritagliare le loro immagini preferite da magazine e altri giornali, dopodiché si stende un sottile strato di colla vinilica sulla superficie dell’uovo e si posizionano i ritagli secondo l’ordine preferito, cercando di evitare pieghe e bolle d’aria. Quando la colla sarà asciutta, se ne passerà un secondo strato leggero, per fissare quanto di realizzato al guscio.

Albero pasquale e cestini

Un’idea singolare, e certamente divertente per i più piccoli, è quella di approfittare delle festività per realizzare un meraviglioso albero di Pasqua. Si tratta di una tradizione molto diffusa nei paesi del Nord Europa e, come facile intuire, si declina in modo molto simile all’albero di Natale. In genere, si decorano i rami ancora spogli, o dotati di piccole gemme, con delle uova di cartone o polistirolo, come omaggio all’arrivo della primavera.

Coinvolgere i bambini sarà molto semplice: sarà sufficiente ritagliare dal cartoncino o dal polistirolo, due materiali sempre molto abbondanti all’interno delle case, delle sagome a forma di uovo o, ancora, degli animaletti pasquali quali i conigli. Dopodiché, si lascia che i più piccoli li decorino nelle modalità preferite – tempere, pennarelli, ritagli di carta – e si aggiunge quindi un piccolo nastrino di rafia o raso. Sempre con l’aiuto dei più piccoli, si appenderà quanto di realizzato al proprio alberello.

=> Scopri le tradizioni sull’uovo di Pasqua


Ancora, sempre dai paesi del Nord Europa giunge la tradizione della caccia alle uova: il giorno di Pasqua si nascondo delle uova, di cartone o in altri materiali, in casa e nel giardino. Ai più piccoli il compito di scovarle, con lo scopo di vincere qualche gustoso premio in cioccolato. In vista di questa gara, sarà possibile coinvolgere i bimbi nella creazione del loro cestello per la raccolta delle uova: basta recuperare delle scatole di cartone di diverse dimensioni, dopodiché decorarle con tempere, ritagli di giornale, carta crespa o carta velina, a seconda della creatività del pargolo. Ci si potrà lanciare anche nel ritaglio di sagome sui lati delle scatole, ad esempio per ricreare le lunghe orecchie di un coniglio e, quando terminato, sarà sufficiente aggiungere dei manici in rafia o nastro per agevolarne il trasporto durante la caccia al tesoro.

Segnaposto

La tavola di Pasqua è da sempre molto colorata, poiché rispecchia i colori della primavera, la gioia di stare insieme e il ritorno alla vita dopo il buio della stagione fredda. Creare dei segnaposto personalizzati per i propri invitati non farà altro che rendere la tavola ancora più affascinante, con un piccolo pensiero per le persone care.

=> Scopri come decorare la tavola di Pasqua


Utile potrà essere il coinvolgimento dei bambini per la preparazione di segnaposto in cartone o feltro, approfittando dei loro disegni. Si potrà richiedere ai più piccoli, infatti, di disegnare su carta comune degli animaletti o qualsiasi figura la loro fantasia suggerisca: quanto di disegnato servirà come modello per il segnaposto. Dopo aver ritagliato il profilo della figura creata, gli adulti useranno il foglio per sagomare il feltro o il cartoncino, passando poi alla decorazione. La stoffa potrà essere completata con elementi aggiuntivi, ad esempio bottoni o perline, da applicare direttamente con la colla a caldo. Il cartoncino, invece, potrà essere colorato dai bambini in modo del tutto autonomo, con colori a tempera o pennarelli.

16 aprile 2017
Lascia un commento