Le feste pasquali sono finalmente arrivate: tutto è pronto per pranzi e cene con la famiglia o, in alternativa, con gli amici più cari. Ma come rendere la tavola originale, per stupire i propri ospiti con decorazioni a tema e colori della primavera?

Bastano pochi accorgimenti per rendere la tavola di Pasqua originale e piacevole alla vista, a volte può bastare un mazzo di fiori a tema, una tovaglia in stile primaverile o, più semplicemente, qualche elemento decorativo preso in prestito dalla natura. Di seguito, qualche indicazione da cui prendere spunto.

Fiori e centrotavola

La predisposizione della tavola di Pasqua può partire dalla scelta dei fiori o, in alternativa, del centrotavola. A molti potrà sembrare un processo insolito, anche perché fiori e centrotavola sono solitamente le ultime mosse di decoro della sala da pranzo, eppure la scelta di questi elementi sin da subito può facilitare le idee, nonché la preparazione.

Una prima idea potrebbe essere quella dei narcisi, dei fiori solitamente abbondanti sulla tavola di Pasqua, dato il massimo della fioritura dall’inizio della stagione primaverile. Rappresentano inoltre la rinascita e la gioia e, per questo, sono spesso associati nella tradizione cattolica alla resurrezione di Cristo. Sempre in un’ottica religiosa, il mazzo di narcisi potrà essere completato con dei rametti di ulivo, che di certo abbonderanno nelle case per via della precedente domenica delle palme. Via libera anche ai gigli, simbolo si purezza e candore, ma anche alle calle. Infine, i classici tulipani sono perfettamente collegati allo spirito pasquale, poiché in alcune culture la tinta rossa è correlata alla passione di Cristo. Ma anche un primaverile mazzolino di fiori di campo, completato con ulivo e acetosella, quindi rametti secchi, anche opportunamente divisi. Qualora si necessitasse di una tavola serale, si pensi a piccoli contenitori di vetro quadrato, da riempire con un po’ d’acqua per adagiarvi delle piccole candele galleggianti.

Qualora si preferisse un centrotavola a piante e pianticelle, il segreto è quello di non esagerare. Può bastare un piccolo cesto ricolmo di paglia e uova colorate o, ancora, dei rametti dipinti inseriti in un vaso stretto di vetro, raccolti in un filo di rafia.

Tovaglia e decorazioni

La scelta della tovaglia dovrà essere ovviamente abbinata al centrotavola o ai fiori acquistati: in caso si fosse optato per un stile minimalista, così dovrà essere anche la biancheria da tavola. Ma qualora i colori abbondassero nelle decorazioni, meglio comunque preferire un sobrio bianco, o comunque una tinta unica tenue, per non appesantire troppo lo sguardo. Se il pranzo o la cena fossero all’aperto, ad esempio nel proprio giardino o all’ombra di un gazebo, si può optare anche per uno stile più rilassato e affine alla campagna, anche con classiche tovaglie a grandi quadri, purché sempre di colore non troppo intenso.

Piatti e bicchieri dovranno seguire lo stile di eventuali vasi scelti per abbellire la tavola, meglio quindi prediligere degli esemplari di ceramica bianca, magari preferendo forme quadrate e rettangolari, meno diffuse e, di conseguenza, più originali. La disposizione dei bicchieri dovrà invece essere quella classica, quindi con la canonica disposizione degli esemplari per l’acqua e per il vino.

Meglio non esagerare anche sul fronte delle decorazioni aggiuntive, sempre per non appesantire lo sguardo. Tovaglioli di lieve giallo, affinché siano abbinati ai narcisi, potrebbero essere completati da un morbido nastro per avvolgere le posate. Sul piatto, inoltre, si potrà poggiare un tovagliolo dello stesso colore, o della carta velina piegata in modo artistico, su cui adagiare dei cioccolatini o delle piccole uova sempre di cioccolato, un gradito regalo per gli ospiti. Un’idea elegante, soprattutto per le cene, potrebbe essere quella di un piccolo contenitore di vetro con dell’acqua, la cui superficie sarà solcata da un delicato fiore di loto o, ancora, da profumati petali di rosa. In alternativa, un bicchiere con della ghiaia fine sul fondo, dove adagiare un piccolo lumino bianco.

Qualora si fosse prevista una zona bambini, ci si potrà lanciare più facilmente con la fantasia: pupazzetti a forma di coniglio e uova decorate faranno di certo la gioia dei più piccole. Proprio con le uova, inoltre, si potranno realizzare dei piccoli animaletti dipinti o con il découpage, su cui applicare orecchie e occhi in cartoncino con un lieve strato di colla vinilica.

26 marzo 2016
Lascia un commento