Ci sono oggetti di uso comune che non vengono riciclati grazie alla raccolta differenziata. Alcuni di questi sono i legacci che si usano per le buste di biscotti, pan carré o altro e che possiedono un’anima metallica, che consente loro di assumere la forma che le mani umane danno loro. Questi e altri oggetti divengono così uno degli strumenti per il riciclo creativo, come in questo caso: i legacci diventano i baffi di un coniglio, realizzato a partire da una busta di carta e per contenere delle uova di Pasqua.

Il riciclo creativo di questo sacchetto porta uova a forma di coniglio implica però una serie di questioni circa l’utilizzo dei materiali. Se le uova che il cestino deve contenere sono uova fresche, è meglio che la busta di carta o cartone sia decisamente solida, o la frittata è dietro l’angolo. Per il resto, non ci sono particolari prescrizioni, tranne quelle che sono indicate nelle fasi del procedimento di realizzazione.

foto 1

Materiali occorrenti

  • Busta in carta o cartone
  • Forbici
  • Scotch
  • Colla vinilica
  • Pennarelli colorati
  • Cartoncini colorati o carta da regalo
  • Laccetti con anima metallica
  • Dischetti struccanti

Procedimento

  • Ritagliare la busta estraendo due quadrati o rettangoli, avanti e dietro, avendo cura di lasciare la busta con un paio di centimetri da una parte e dall’altra. In altre parole, l’immagine che dovrà giungervi è quella di un rettangolo con due altri rettangoli oblunghi in corrispondenza delle estremità superiori.
  • Ritagliare i cartoncini o la carta da regalo formando due ovali oblunghi, che andranno a rappresentare l’interno delle orecchie del coniglio.
  • Incollare i cartoncini in corrispondenza delle orecchie del coniglio con la colla o lo scotch. Far aderire bene il cartoncino alla busta.
  • Disegnare gli occhi e la bocca del coniglio con i pennarelli.
  • Stendere bene i laccetti con l’anima in metallo e disporli seguendo due diagonali e uno nel mezzo in senso orizzontale: vanno usati per rappresentare i baffi del coniglio e vanno incollati alla busta con la colla vinilica o sempre aiutandosi con lo scotch.
  • Nel punto di incontro tra i tre laccetti, sempre con la colla vinilica, incollare un cerchio tagliato all’interno dei dischetti struccanti. Colorare il cerchio con il pennarello, per definire il nasino del coniglio. Si possono usare anche cosmetici. Con altri ritagli del dischetto struccante, si possono tagliare e incollare i denti del coniglio.

19 aprile 2014
Lascia un commento