Partono oggi gli incentivi erogati dal Governo tramite il decreto legge approvato i 19 marzo scorso. In totale la somma disponibile è di 300 milioni di euro, a cui si aggiunge poi un insieme di agevolazioni fiscali pari ad altri 120 milioni, non ai livelli dello scorso anno, quando i fondi ammontavano a 2 miliardi di euro circa, ma comunque importante per cercare di rilanciare i consumi e di incentivare l’utilizzo di apparecchi più moderni ed efficienti.

A ricevere i bonus, variabili in funzione del tipo di apparecchio scelto, saranno tutti i cittadini che acquisteranno moto, cucine e elettrodomestici a basso consumo energetico, ma anche chi stipulerà un contratto per l’attivazione di una connessione a banda larga.

In dettaglio, saranno 170 milioni gli euro riservati a tutto quanto concerne l’ambito domestico, divisi tra i 60 milioni destinati a chi compra delle cucine componibili, i 50 milioni riservati agli altri elettrodomestici e i 60 milioni erogati per gli immobili ad alta efficienza energetica.

Rientrano inoltre nel provvedimento del Governo l’acquisto di macchine agricole e di mezzi per l’edilizia, escluso, invece, il settore auto. L’obiettivo, oltre a quello di incentivare i consumi, è anche quello di rinnovare gli oggetti di uso comune presenti ormai in quasi tutte le case, sostituendo modelli antiquati con modelli più recenti e meno “assetati” di energia elettrica, con benefici effetti sull’impatto ambientale derivante da un eccessivo consumo di energia.

I bonus saranno disponibili fino ad esaurimento e per poter essere ottenuti basterà munirsi di codice fiscale e rivolgersi direttamente al rivenditore, che erogherà l’incentivo sotto forma di sconto sul prezzo d’acquisto del prodotto desiderato.

15 aprile 2010
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento