Un simpatico pesce d’aprile come apripista per la nuova campagna pubblicitaria di SodaStream. Alla base dello scherzo le “NanoDrop”, la presunta scoperta rivoluzionaria promossa da Paris Hilton, ovvero acqua frizzante “concentrata” in grado di dissetare cinquemila volte rispetto al normale. Per rendere il tutto più credibile l’azienda si è avvalsa del supporto tecnico del Prof. Ron Naaman, esperto in elettronica molecolare dell’Istituto Weizmann.

=> Scopri cos’è Sodastream e quali sono i vantaggi sull’ambiente

Un “pesce d’aprile” per una presentazione simpatica e accativante, che punta in ultima istanza sull’effettiva riduzione del numero di bottiglie di plastica in circolazione. In quest’ottica si inserirebbe l’utilizzo di SodaStream, spiega l’azienda produttrice del dispositivo che consente di rendere l’acqua di casa frizzante.

=> Paris Hilton e altre star contro la soppressione di 21 cani, leggi perché

Entusiasta della sua partecipazione la stessa Paris Hilton, fan accanita di SodaStream. L’ereditiera e imprenditrice statunitense ha dichiarato a proposito del video:

Mi è piaciuto moltissimo lavorare per la campagna SodaStream perchè promuove in modo divertente e leggero uno stile di vita più sano e sostenibile. Oggi non è più necessario trasportare a casa l’acqua in bottiglie di plastica quando esiste una fantastica alternativa: SodaStream.

A commento dello spot è intervenuto anche ha Matti Yahav, VP Global Marketing, SodaStream International, che ha spiegato come sia maturata la scelta di puntare su Paris Hilton quale protagonista del video:

Utilizzare acqua fresca e potabile e un gasatore SodaStream per essere idratati è la soluzione migliore e più economica per il consumatore per non trascinarsi pesanti bottiglie di plastica in casa e non inquinare il pianeta.

Abbiamo scelto Paris Hilton per condurre una campagna dirompente su un tema serio in modo divertente e leggero. Milioni di consumatori stanno usando SodaStream in tutto il mondo e speriamo che altrettanti si uniranno per un mondo più sostenibile.

4 aprile 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento