Nelle città sempre più affollate, dove trovare un posto in cui lasciare l’automobile diventa spesso un’impresa titanica, anche l’idea di “regalare” il parcheggio diventa un ottimo incentivo, specie se a ricevere questo gradito regalo sono i possessori di auto elettriche

E proprio incoraggiare la diffusione di veicoli a zero emissioni è l’obiettivo che la Giunta comunale di Ancona si è prefissa nell’accogliere la proposta dell’assessore all’ambiente Diego Franzoni, che ha consentito di fornire ai possessori di veicoli elettrici, siano essi auto o moto, di usufruire della sosta gratuita nelle zone blu della città marchigiana.

La misura è valida in via sperimentale per il 2011 e si aggiunge agli incentivi di 1.000 euro per l’acquisto di mezzi elettrici già previsto dal Comune tempo fa, aspetto che conferma Ancona come una delle città più attente alla diffusione dei veicoli a basso impatto ambientale, come spiegato dallo stesso assessore Diego Franzoni:

Il contributo per l’acquisto e la gratuità del parcheggio, nascono dall’esigenza di mettere in campo azioni di indirizzo verso una mobilità sostenibile. Si tenga conto poi che sono allo studio incentivi statali (le commissioni Trasporti e Attività produttive della Camera hanno recentemente approvato la proposta di legge relativa agli incentivi per l’acquisto di auto elettriche che dovrebbe diventare operativa entro l’anno fino al 2015) fino a 5000 euro. Ai quali poi si aggiunge l’esenzione del bollo.

Per Franzoni i vantaggi delle auto elettriche sono tanti, ha continuato infatti l’assessore:

Si consideri, infine che, con un euro e cinquanta centesimi di ricarica elettrica è possibile percorrere oltre 100 km con le auto elettriche di ultima generazione e la ricarica della batteria può essere fatta anche nel garage di abitazioni private.

Con la recente decisione di fornire dei parcheggi gratuiti ai veicoli elettrici Ancona si aggiunge ad altre città come Roma, Parma, Bologna e Modena, che già da qualche tempo hanno adottato una simile soluzione per incentivare la penetrazione di vetture ecologiche nei rispettivi parchi circolanti.

30 agosto 2011
Lascia un commento