Si continua a parlare di Papa Francesco e del suo rapporto con gli animali. Dopo le supposizioni su corvi e delfini, due animali metaforicamente collegati al nuovo Pontefice, e al simpatico gabbiano della Cappella Sistina, è il turno di un biondo Labrador. Ed è già piccola rivoluzione, almeno in quel del Vaticano.

>>Scopri Papa Francesco tra corvi e delfini

Papa Francesco si ispira al Santo d’Assisi, devotissimo agli animali. Sarà forse per questo, allora, che durante il primo incontro con i giornalisti il Pontefice ha deciso di rompere il rigidissimo cerimoniale vaticano accogliendo un cane. Uno strappo alla regola non da poco, considerato come il Labrador sia un cane guida per un cronista non vedente della Rai.

Il giornalista di Radio Rai Alessandro Forlani ha raggiunto il Vaticano per l’incontro con la stampa, accompagnato dal suo fedele Labrador Asia. Convinto che mai le regole ecclesiastiche avrebbero permesso l’ammissione del cane all’incontro con Papa Francesco, non solo all’uomo è stato concesso il nulla osta, ma lo stesso Pontefice si è fermato ad accarezzare e a benedire l’amico a quattro zampe.

>>Scopri il gabbiano del conclave

In un’intervista per Discovery News, così ha raccontato Forlani:

«Ho chiesto la benedizione per mia moglie e mia figlia. Ha risposto: “Una benedizione speciale anche per il tuo cane”.»

Insomma, Papa Francesco continua a stupire e ad ammaliare positivamente l’opinione pubblica. La ricerca della povertà, la predisposizione serena con giornalisti e pubblico, la rinuncia a croci e anelli in oro e ora il rispetto e la benedizione per gli animali. Quali altri sorprese riserverà il Pontefice?

20 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento