Il fotovoltaico continua a crescere in tutta Europa, nonostante una certa riduzione generale degli incentivi. Soprattutto gli allacciamenti avvenuti in autunno hanno permesso al 2011 di confermare il trend positivo degli anni scorsi.

A tirare la carretta, come accade da anni soprattutto due Paesi: la Germania e l’Italia, con il nostro Paese a fare la parte del leone. La seguente tabella riassume bene il dato complessivo:

europa

Nello specifico, ci sono stati buoni numeri di crescita in tutti i Paesi dell’area UE, eccettuata la Repubblica Ceca (che però veniva da un 2010 forse troppo esaltante):

  • La Germania ha collegato ben 7.5GW;
  • L’Italia con 9GW ha probabilmente rincorso gli ultimi scampoli di incentivi veramente convenienti del Quarto Conto Energia;
  • La Francia ha collegato 1.5GW anche se per gran parte si trattavano di impianti costruiti nel 2010;
  • Il Regno Unito si è fermato a 700MW;
  • Belgio, Spagna, Grecia e Slovacchia hanno collegato tra i 550 e i 350MW a testa.

Per il 2012 è previsto il continuo dominio del settore da parte dell’Italia e della Germania, che dovrebbero mantenere circa un terzo dell’intero mercato. Dovrebbero contribuire con percentuali importanti, però, anche nuovi mercati come la Bulgaria, la Repubblica Ceca, la Romania e l’Austria.

Il solare si conferma quindi, fra i vari possibili settori industriali, uno dei pochi a mantenere aspettative di crescita nonostante la crisi economica imperante.

Fonti: Renewable Energy News.

2 febbraio 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento