Pane al carbone vegetale oggetto di frode alimentare in Puglia. Secondo quanto scoperto dal Corpo Forestale 12 panettieri pugliesi producevano e distribuivano pani, focacce e bruschette ottenuti mediante l’aggiunta di colorante E153, procedimento vietato dalle normative nazionali e comunitarie. I soggetti sono stati tutti denunciati per “Frode in commercio” e “Produzione di alimenti trattati in modo da variarne la composizione naturale con aggiunta di additivi chimici non autorizzati dalla legge”.

Il Corpo Forestale della Puglia ha provveduto inoltre al sequestro dei prodotti a base di carbone vegetale ottenuto mediante la tecnica vietata dalla legge. Non è consentito l’impiego di coloranti per la realizzazione di pane e focacce, incluso il colorante E153 utilizzato dai panettieri denunciati.

La frode sarebbe stata poi completata con la reclamizzazione dei prodotti, che si sospetta siano stati ottenuti illegalmente, segnalandoli come soluzioni del tutto naturali. I panifici coinvolti durante le operazioni di sequestro si trovano nelle Province di Andria, Bari, Barletta, Brindisi, Foggia e Taranto.

Si segnala inoltre il ritiro dai supermercati Conad di confezioni da un chilo di farina di mais Bramata. La segnalazione è scattata a seguito del ritrovamento di micotossine all’interno del prodotto, in quantità minime, ma superiori ai limiti di legge previsti.

5 gennaio 2016
Fonte:
AGI
Lascia un commento