Grande festa per tre cuccioli di panda in uno zoo cinese, nati miracolosamente da un rarissimo parto plurigemellare. Superati brillantemente i primi 100 critici giorni, gli esemplari sono ora pronti per mostrarsi al pubblico in tutto il loro splendore. Un fatto del tutto insolito, considerato come la gravidanza del plantigrade sia normalmente molto difficoltosa e raramente coinvolga più di un feto.

La notizia era già rimbalzata sulla cronaca internazionale lo scorso luglio, con l’annuncio della nascita di questa tripletta miracolosa presso il Chimelong Safari Park di Guangzhou. Da allora non sono stati divulgati altri aggiornamenti: data l’atipicità della cucciolata, infatti, vi era l’elevato rischio che gli esemplari non potessero superare la prima fase critica. Così non è stato: i tre panda stanno bene, sono in perfetta salute e controllati a vista da mamma Juxiao.

Due maschi e una femmina, i cuccioli hanno aperto gli occhi lo scorso settembre e crescono a vista d’occhio: hanno già raggiunto i 6 chilogrammi ciascuno. Per il loro accudimento e la loro nutrizione, però, è necessario l’intervento dello staff dello zoo: la madre, infatti, non ha sufficiente latte per soddisfare tutta la cucciolata.

Ora lontani da ogni rischio e pericolo, i piccoli panda potranno entrare in contatto con il pubblico dello zoo: verrà infatti realizzata un’apposita struttura trasparente, con vetri oscurati dall’interno per non disturbare gli animali, che consentirà di ammirare i piccoli da vicino. Le visite guidate saranno però su prenotazione e limitate a 1.000 persone al giorno, per non turbare eccessivamente la crescita degli esemplari. Per scaramanzia, i minuti panda non hanno ancora un nome: gli addetti del parco hanno voluto prima attendere il superamento della fase critica. Non è detto, però, che gli appellativi non vengano scelti dagli stessi visitatori con un veloce contest aperto al pubblico.

Oltre alla gravidanza di Juxiao, in letteratura si elenca un altro unico caso di parto plurigemellare: quello di una panda di 15 anni nel 1999, dopo una procedura di inseminazione artificiale realizzata in uno zoo di Chengdu, sempre in Cina.

6 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento