Una vicenda dai contorni ancora oscuri sulla quella la Polizia sta indagando: una serie di morti per avvelenamento. È quello che sta accadendo a Trappeto, in provincia di Palermo, dove una ventina circa di animali tra cani e gatti hanno trovato la morte dopo aver ingerito alcuni bocconi avvelenati sparsi sulla spiaggia e sul lungomare.

Una situazione che ha lasciato sconvolti gli abitanti della zona, in particolare i padroni delle vittime che hanno dovuto assistere alla morte prematura dei loro amici. Tutto forse avrebbe preso una piega dolorosa, ma silenziosa, se alcuni di questi proprietari non avessero deciso di sporgere denuncia verso ignoti. In questo modo la macchina delle indagini ha preso vita, ed ora il lungomare è monitorato.

La prova della presenza di veleno nei corpi degli animali è stata fornita dall’Istituto Zooprofilattico, al quale si era rivolta la proprietaria di uno dei cani deceduti improvvisamente. La donna aveva consegnato il cane e alcuni bocconi recuperati sulla spiaggia, e le analisi avevano confermato una corrispondenza tra la morte e la presenza di veleno. Una dipartita prematura e oltremodo dolorosa.

Anche Facebook e il mondo degli animalisti è insorto: un passaparola serrato mette in guardia gli abitanti del luogo, oltre ad una richiesta di bonifica del lungomare che possa evitare altri decessi.

19 aprile 2012
Fonte:
Lascia un commento