Paguro sfrutta testa di bambola come guscio

Almeno di primo acchito, può sembrare una di quelle spaventose creature che da sempre popolano l’immaginario collettivo sul cinema horror. Eppure il nuovo protagonista delle condivisioni virali non è un mostro creato dalla fantasia di qualche regista, bensì un simpatico e innocuo paguro. Il crostaceo ha deciso di sfruttare una testa di bambola come propria casa e, per questo, è diventato immediatamente un piccolo idolo dei social network e della piattaforma Reddit.

La singolare immagine è stata condivisa dall’utente “jamspangle”, il quale ha voluto mostrare un grande paguro del Pacifico mentre, in piena notte, si aggira trascinando una testa di bambola come casa. Sebbene non si conoscano le origini dell’avvistamento, in molti ritengono la fotografia possa essere stata scattata presso le isole Pitcairn, dove non solo questa specie di crostaceo trova grande diffusione, ma anche dove ciclicamente si accumulano rifiuti plastici trasportati dalle correnti marine.

=> Scopri il paguro che usa i Lego come guscio


Non è insolito che i paguri riutilizzino oggetti abbandonati sulla spiaggia come loro corazza: crescendo progressivamente, abbandonano il vecchio guscio per trovarne uno più grande o confortevole. Nella maggior parte dei casi optano per una conchiglia scovata sul bagnasciuga, ma negli ultimi anni sono stati avvistati esemplari pronti a riutilizzare contenitori di plastica oppure di latta.

=> Scopri le isole di plastica nel Pacifico


Per quanto l’immagine sia sorprendente, in molti sui social network hanno sottolineato come la scelta di una testa di bambola non sia altro che il risultato dell’elevato tasso d’inquinamento dei mari. Il pacifico, in particolare, conserva centinaia di tonnellate di plastica abbandonata, tra bottiglie e sacchetti, tanto che esiste un’estesa isola fatta unicamente di rifiuti, creata dalla convergenza delle correnti marine. Sebbene i crostacei dimostrino un animo volto al riciclo, questi oggetti stanno danneggiando la fauna marina: gli uccelli acquatici, ad esempio, rischiano il decesso scambiando pezzi di plastica con frutti o piccoli animaletti, mentre molte altre sono le specie rimaste letalmente impigliate in sacchetti non correttamente smaltiti.

Hermit crab using a discarded doll head for a shell

8 settembre 2017
Fonte:
Lascia un commento