Il bambù è un materiale che non sempre viene preso in considerazione per la realizzazione di strutture, ma che invece negli ultimi tempi il mondo dell’architettura sta rivalutando. Famoso per la sua flessibilità e resistenza, il bambù è un materiale rinnovabile e sostenibile che, soprattutto nel sud est asiatico, viene già utilizzato spesso per costruire edifici e abitazioni.

=> Scopri il capannone green che ricorda le ali della libellula

Allo scopo di mostrare le incredibili proprietà del bambù il designer italiano Luca Poian ha dato vita a un padiglione interamente realizzato con questo materiale, chiamato “Camboo”. Il padiglione si troverà nel cuore del Freedom Park a Phnom Penh in Cambogia in occasione del Festival Internazionale del bambù voluto ed organizzato dal Building Trust.

=> Mattoni producono energia dalle acque reflue, leggi come

I realizzatori di Camboo spiegano che la loro proposta è costruita secondo precisi concetti matematici, ma allo stesso tempo si ispira ad alcuni esperimenti cinematografici e ad opere artistiche d’avanguardia. La struttura è completamente innovativa nella forma ed esplora nuove proposte strutturali modellando fortemente il bambù, proprio per mostrarne le caratteristiche migliori.

La struttura è stata pensata per auto-sostenersi, ed è stata realizzata al computer con un modello “grid-shell” per testare tutte le sollecitazioni che Camboo dovrebbe affrontare. Alla fine dei test la struttura è risultata molto rigida, le forze di taglio sono state eliminate e la forma finale sembra quasi scultorea data la sua stabilità.

Essendo però realizzata in bamboo rispetta perfettamente la tradizione locale. Il “tetto” ha lo scopo di ricordare la tessitura tradizionale mentre gli archi ondulati esterni invece sono simbolicamente realizzati per rappresentare i sutra della perfezione: i Prajnaparamita.

14 aprile 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento