Padelle antiaderenti, ONU: stop al Pfoa, tossico per uomo e ambiente

Il Pfoa secondo l’ONU non andrebbe utilizzato nella realizzazione delle padelle antiaderenti e in altri strumenti che si usano per contenere o lavorare i cibi. Il comitato dell’ONU che si occupa degli inquinanti ha richiesto di mettere al bando l’acido perfluoroottanoico, perché lo ritiene tossico sia per l’uomo che per l’ambiente.

Il Pfoa viene utilizzato a livello chimico nella produzione industriale in molti prodotti che si usano per la cottura antiaderente dei cibi. Inoltre lo possiamo ritrovare anche nel trattamento dei tessuti, nella carta, nelle vernici e nelle schiume anti-incendio.

=> Leggi di più sul rischio tumori per le padelle antiaderenti

Ci sono molte perplessità sull’uso di questo componente chimico nelle padelle antiaderenti, perché molti studi hanno mostrato delle relazioni pericolose con alcuni problemi di salute. In particolare ci sarebbero collegamenti rischiosi con lo sviluppo di alcuni tumori, come quello al rene e quello ai testicoli. Il Pfoa utilizzato nelle padelle antiaderenti potrebbe comportare un maggior rischio di sviluppo anche di patologie della tiroide e dell’ipertensione nel periodo della gravidanza.

=> Scopri quali sono le pentole e le padelle più sicure

Inoltre l’ONU ha anche esteso le sue ricerche su un altro composto chimico che rientra nella categoria dei Pfas. È il PFHxS. È proprio questa sostanza che è stata ritrovata nel sangue dei cittadini veneti che si trovano a vivere nelle aree più inquinate. Secondo Giuseppe Ungherese, responsabile della campagna anti-inquinamento di Greenpeace:

Il pronunciamento del Comitato dell’Onu arriva dopo un iter lunghissimo, nel quale sono state vagliate prove scientifiche e studi analitici. L’inserimento nella lista delle sostanze da vietare non è lungo: questo per dire che quando il PopRc si pronuncia vuol dire che parliamo davvero di una sostanza pericolosa per la salute umana e dell’ambiente.

1 ottobre 2018
I vostri commenti
SP, mercoledì 3 ottobre 2018 alle14:19 ha scritto: rispondi »

Da addetto ai lavori, informo che è da circa 10 anni che non i migiori produttori di antiaderenti non utilizzano più PFOA per la realizzazione dei loro prodotti

Lascia un commento