Gli USA mettono al bando gli Ovetti Kinder. Un divieto che potrebbe sembrare assurdo in Italia, ma che negli Stati Uniti è stato preso molto sul serio, tanto da scomodare una legge datata 1938. Il popolare “uovo con sorpresa” è accusato di minacciare la salute dei bambini, anche se rispetto alle accuse mosse verso la Nutella questa volta non è l’apporto calorico o il contenuto di zuccheri nel mirino delle autorità.

Gli Ovetti Kinder sono stati vietati dalla Consumer Product Safety Commission a causa della sorpresa contenuta al loro interno, che esporrebbe al rischio soffocamento i bambini statunitensi. Un primo ritiro era stato disposto nel 1997, quando vennero ritirati dagli scaffali circa 15 mila “Kinder Sorpresa”.

Il divieto definitivo arriva ora in virtù di quanto previsto dalla “Federal Food, Drug and Cosmetic Act”, datata appunto 1938, che vieta la commercializzazione di prodotti che mescolano generi alimentari (l’uovo di cioccolato) e materiali non edibili (il guscio con sorpresa).

A nulla è valsa la difesa dei propri prodotti da parte della Ferrero, che ha sottolineato l’assoluta sicurezza del guscio (ritenuto impossibile da aprire per i più piccoli e destinato a bimbi di età superiore ai 3 anni) e il fatto che nonostante milioni di esemplari siano stati venduti, in 90 Paesi nel mondo, non vi sia stata ancora nessuna vittima. Le autorità USA hanno tuttavia confermato il divieto replicando come, a loro giudizio, il problema si ripresenterebbe una volta che la sorpresa sia stata montata.

22 dicembre 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento