Overshoot day Italia, il 24 maggio già finite le risorse per il 2018

L’Italia ha bruciato con rapidità tutte le risorse che avrebbe dovuto consumare nell’intero 2018. Il 24 maggio il Paese ha raggiunto il suo “Overshoot day” o “Giorno del Sovrasfruttamento della Terra”, la data in cui inizierà a consumare più risorse di quelle che sarebbe dovute essere a sua disposizione. Una soglia raggiunta ampiamente prima rispetto alla media del resto del mondo, come affermato dal Global Footprint Network, con l’Overshoot day globale 2017 che è stato fissato al 2 agosto (una data che cade ogni anno in anticipo rispetto al precedente).

Una pesante bocciatura quella giunta dal Global Footprint Network, secondo il quale se tutto il mondo seguisse il ritmo degli italiani ogni anno servirebbero 2,6 pianeti Terra per la sopravvivenza di tutti gli abitanti. Il consumo di risorse per l’Italia è quindi nettamente superiore a quanto il Pianeta stesso è in grado di offrire.

=> Leggi di più sull’iniziativa Google e FAO per monitorare le risorse della Terra

Si parla di un’impronta ecologica di 4,3 ettari globali (gha pro capite), che pur risultando inferiore a quella francese (4,7 gha) è nettamente al di sopra della media dell’area mediterranea (3,2 gha) pro capite e di quella spagnola (3,8 gha). Come ha dichiarato Mathis Wackernagel, Ph.D., CEO e co-fondatore del Global Footprint Network:

Se tutti gli abitanti della Terra consumassero le risorse come fanno gli Italiani, avremmo bisogno di 2,6 pianeti Terra. Chiaramente abbiamo solo una Terra a disposizione, e non adattarsi ai suoi limiti diventa un rischio per tutti noi. Se il nostro pianeta ha dei limiti, l’ingegno dell’uomo sembra non averne. Vivere secondo le capacita del nostro pianeta di sostenerci è tecnologicamente possibile, economicamente vantaggioso ed è la nostra unica possibilità per un futuro più florido. Costruire un futuro sostenibile per tutti deve essere la nostra priorità.

=> Scopri perché la Terra sta rallentando la sua rotazione

A questo proposito il Global Footprint Network ha lanciato, in collaborazione con la Fondazione Monte dei Paschi di Siena, il nuovo “Footprint Calculator“: visitando il sito www.footprintcalculator.org/it si potrà ottenere il proprio personale “Overshoot day”, un’iniziativa volta a sensibilizzare cittadini, lavoratori e studenti sull’importanza di migliorare le proprie impronte ecologiche. Come ha sottolineato Davide Usai, CEO FMPS:

Speriamo che il nuovo Footprint Calculator italiano diventi uno strumento utile per aumentare la consapevolezza sulla sostenibilità tra studenti, genitori e insegnanti coinvolti nei nostri programmi educativi, come sCOOL FOOD e il progetto di cittadinanza globale FMPS. Crediamo fermamente che il Calculator sia un potente strumento per consentire a sempre più persone in Italia di cercare soluzioni per la sostenibilità.

24 maggio 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento