L’orzo è un cereale che da qualche anno è sempre più utilizzato e ricercato come alternativa al più classico riso, anche nelle ricette dell’estate. Per anni è stato riservato agli “orzotti”, piatti tipici di alcune valli del Trentino o, più in generale, alpine.

Scegliere l’orzo significa di sicuro dare ai piatti caldi, o alle insalate estive, un gusto diverso piuttosto apprezzato da adulti e bambini. In più, aggiunge importanti caratteristiche nutrizionali. Queste ultime sono in parte influenzate dal tipo di orzo che si decide di utilizzare: integrale è più ricco di fibre rispetto al perlato, ma in alcuni casi il tempo di ammollo e cottura richiesto dalla versione più grezza sono un limite.

ll pre-trattamento di questo cereale comunque non influenza uno dei suoi più interessanti vantaggi per il benessere: l’elevato contenuto di betaglucano, che ha un riconosciuto ruolo nella diminuzione del tasso di colesterolo nel sangue. L’efficacia in questa indicazione è garantita dall’assunzione di 3 g di betaglucani al giorno: 100 g di orzo perlato ne contengono già 4 g.

Vediamo cinque ricette a base d’orzo da servire fredde in estate: si tratta di insalate comode anche da portare in ufficio per una pausa pranzo veloce, oppure da consumare in spiaggia o durante una gita fuori porta.

Orzo freddo al primosale e ananas

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di orzo perlato;
  • 100 g di formaggio primosale tagliato a dadini;
  • 1 ananas maturo, sbucciato e tagliato a dadini;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Lessate l’orzo in abbondante acqua leggermente salata e scolatelo dopo circa 12-15, quando sarà ancora al dente. Versatelo in una terrina, conditelo con l’olio extravergine di oliva e fate raffreddare a temperatura ambiente. Unite, infine, l’ananas e il formaggio. Mescolate, servite subito o conservate in frigo in un contenitore ben chiuso.

Insalata di orzo con zucchine e ceci

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di orzo;
  • 200 g di zucchine fresche tagliate alla julienne;
  • 200 g di ceci lessati;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • qualche foglia di basilico fresco.

Lessate l’orzo perlato in acqua e scolatelo ancora al dente. Trasferite il cereale in una ciotola e conditelo con l’olio extravergine di oliva. Fate raffreddare a temperatura ambiente. Unite infine i ceci lessati, le zucchine alla julienne e il basilico fresco. Mescolate e servite.

Orzo freddo alla pizzaiola

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di orzo;
  • 200 g di pomodorini maturi tagliati in spicchi;
  • 200 g di mozzarella sminuzzata;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.
  • origano

Fate bollire l’orzo in abbondante acqua leggermente salata. Scolate al dente, versate in una terrina da portata, condite con l’olio extravergine di oliva e fate raffreddare a temperatura ambiente. Una volta raggiunta la temperatura desiderata unite i pomodorini maturi e la mozzarella tagliati. Mescolate e insaporite con l’origano.

Le tre ricette presentate sono piatti unici, ossia contengono una sufficiente quantità di proteine e carboidrati per poterle considerare quasi un pasto: servirà arricchire la quota di fibre alimentari, e lo si può fare con una fresca macedonia al naturale o arricchita con succo di limone ma non zuccherata.

Orzo freddo con piselli e champignon crudi

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di orzo;
  • 250 g di piselli lessati;
  • 250 g di funghi champignon lavati e tagliati in fettine;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • pepe macinato fresco.

Fate lessare l’orzo in abbondante acqua poco salata. Scolate al dente e versate in una terrina. Condire con l’olio e fate raffreddare. Unite, infine, i piselli e i funghi a crudo, mescolate e servite freddo con un po’ di pepe macinato fresco.

Orzo freddo con capperi e olive taggiasche

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di orzo;
  • 200 g di pomodorini maturi tagliati in spicchi;
  • 50 gi di olive taggiasche;
  • 2 cucchiaini di capperi;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Lessate l’orzo in abbondante acqua. Scolate al dente, condite con l’olio e fate raffreddare. Unite quindi le olive sminuzzate, i capperi e gli spicchi di pomodorini. Mescolate e servite freddo.

12 febbraio 2015
Lascia un commento