Aumentare la produzione agricola sfruttando i grattacieli. Veri e propri orti urbani come quello in fase di realizzazione a Linköping, in Svezia, alto 54 metri e pronto a produrre verdura e altri alimenti naturali a partire dal 2014. La struttura è ideata per ridurre al minimo il consumo energetico e idrico, nonché evitare qualsiasi impiego di pesticidi.

>>Scopri i benefici della verdura a km 0

Il grattacielo svedese verrà realizzato dalla Plantagon e produrrà dal prossimo anno verdure in foglia come lattuga, spinaci e senape. I raccolti saranno posizionati su 25 piani e alimentati con acqua arricchita da nutrienti. Man mano che le piante cresceranno un nucleo centrale verrà spostato verso il basso da un nastro trasportatore. Quando toccherà il fondo le verdure saranno pronte per essere raccolte.

>>Scopri come un grattacielo possa produrre biofuel consumando CO2

Ogni 0,27 metri quadrati di orto saranno in grado di produrre fino a circa 82 kg di verdure fresche all’anno. Un impianto serra di 25 piani è in grado di coltivare l’equivalente necessario per 350.000 persone. Potranno essere coltivati in questo modo persino frutti esotici come le banane persino nelle città inglesi.

Un problema quello del fabbisogno alimentare mondiale a cui si cerca sempre più spesso di porre rimedio riportando di nuovo l’agricoltura nelle città. Ne sono esempi gli orti urbani sempre più diffusi in varie città italiane, come ad esempio Milano e il suo Coltivami. Se poi preferite coltivare da soli il vostro orto e dedicarvi ogni giorno alla cura delle vostre verdure direttamente nel giardino di casa potete sempre scegliere soluzioni fai da te seguendo la nostra guida all’orto in balcone.

8 gennaio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento