Orso polare orfano trova una nuova casa

Una storia a lieto fine per un cucciolo femmina di orso polare, trovato mentre vagava sperduto e senza il sostegno di una madre. La piccola, di soli 11 mesi, è stata accolta a braccia aperte dall’Assiniboine Park Zoo di Winnipeg, in Canada. Può avvalersi del supporto del personale della struttura che se ne occupa con amore e cura, facendole dimenticare la sua condizione di orfana. Per questa specie animale è del tutto anomalo trovare cuccioli completamente soli, perché la madre se ne prende cura fino al compimento del secondo anno di età.

L’aver incontrato l’orsa mentre vagava nei pressi dell’aeroporto nella zona nord di Manitoba ha sorpreso gli esperti, che sono accorsi subito in suo aiuto per recuperarla. La condizione di solitudine è stata tamponata da tanto buon cibo e una piccola piscina per bambini, dove la piccola di 85 chilogrammi ama sguazzare. A parte qualche dente rotto, l’animale è stato giudicato in buona salute, ed è pronto a fare conoscenza con gli altri due ospiti maschi dello zoo.

Ovviamente dovrà sottostare a un periodo di quarantena, durante il quale verrà seguita dal personale dello zoo prima del suo ingresso ufficiale. Per la giovane di orso polare, senza più famiglia e affetti, il destino ha voluto riservare una seconda importante occasione. Come sostiene Don Peterkin, direttore dell’Assiniboine Park Conservancy:

È una bella sensazione quella di saperla al sicuro, invece è un peccato pensare che un animale selvatico sia tolto dal suo ambiente naturale perché impossibilitato a sopravvivere.

L’orsacchiotta non possiede ancora un nome, ma ha già battuto alcuni record come prima femmina e orfana a fare il suo ingresso nella struttura canadese. La sua figura porta alla memoria un compagno di specie diventato famoso proprio per la sua condizione di orfano, il piccolo Knut, amato profondamente fino alla sua improvvisa dipartita.

12 novembre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento