L’orso polare di nome Pizza ha trascorso la sua esistenza all’interno di un centro commerciale cinese, situato a Guangzhou. L’esercizio comprende un’area che è stata trasformata in zoo ed è nota come Grandview Aquarium, dove il povero animale ha vissuto sin dai primi giorni della sua vita. Nonostante sia giovane, essendo nato all’inizio dell’anno, l’esemplare è stato subito abbattuto emotivamente dalla condizione di reclusione e disagio. L’associazione Animals Asia segue da tempo la struttura e, oltre all’orso, ha segnalato la presenza di altri dieci animali di specie differenti. Tra cui lupi, volpi artiche, trichechi, uno squalo balena e un beluga.

Gli spazi adibiti all’accoglienza sono piccoli, ristretti, vere e proprie celle di cemento prive di comfort e luce naturale. Tutti gli ospiti risultano in cattive condizioni di salute, come ha confermato l’Ocean and Fishery Bureau attraverso un’indagine approfondita. Tanti gli esemplari feriti, depressi e alcuni sono morti durante il trasporto in gennaio presso la struttura. Il povero orso è sicuramente l’animale che, nel tempo, ha catturato più attenzione e interesse. Costretto a vivere in una gabbia con pareti in cemento e vetro non può godere dei benefici effetti dei raggi solari, e neppure di un luogo adeguato dove nuotare e muoversi. La presenza di una minuscola piscina è l’unico agio offerto dall’innaturale zoo.

Non è chiaro se Pizza sia l’unico presente, se abbia rimpolpato un piccolo branco che abita lo zoo o se sia un esemplare giunto in sostituzione dei precedenti. Di sicuro il video che lo riprende è divenuto rapidamente virale e condiviso. Nella clip l’animale mostra tutto il suo disinteresse nei confronti dei visitatori che si accalcano contro il vetro. Disteso per terra guarda con aria depressa, con sguardo vuoto e spento ciò che gli scorre intorno. Tristemente sconfitto da una vita che non gli appartiene, da una reclusione che non merita. Le immagini hanno scatenato un vero putiferio con relativo lancio di una petizione in suo soccorso, mentre per mesi lo staff di Animals Asia ha lavorato per migliorare le aspettative di vita di Pizza. Dopo molteplici rifiuti da parte dello zoo ora una struttura a Doncaster, in Inghilterra, ha offerto all’orso polare una nuova casa. Tutti sono in attesa di una risposta da parte del Grandview Aquarium che, dopo mesi di critiche e polemiche, potrebbe muoversi nella giusta direzione rilasciando finalmente il prigioniero.

23 settembre 2016
In questa pagina si parla di:
orsi | zoo
Fonte:
Lascia un commento