Il Vietnam non impiegherà più orsi per l’estrazione di bile, vietando per legge qualsiasi forma di maltrattamento. È questo il grande risultato raggiunto dalle istituzioni governative locali che, la scorsa settimana, hanno firmato un accordo per chiudere progressivamente tutti gli allevamenti e rendere la pratica illegale. Si tratta del primo passo per proteggere i cosiddetti “orsi della Luna” in Asia, nella speranza che anche altri Paesi ne seguano l’esempio.

Gli orsi della bile sono tristemente noti in tutto il mondo, poiché da diversi anni si discute della loro protezione e salvaguardia. Secondo la medicina tradizionale cinese, un componente contenuto nella bile dei plantigradi manifesterebbe degli effetti curativi, sia per le infiammazioni dell’organismo che a scopo estetico. Per questo motivo, da decenni esistono degli allevamenti dove alcuni orsi vengono immobilizzati in piccole gabbie, affinché possa essere estratta la preziosa sostanza tramite dei tubi inseriti in una fessura dell’addome.

=> Scopri la triste storia degli orsi della Luna


Gli animali, sofferenti per la ferita mai rimarginata e per la crudeltà del processo, vengono spesso rinvenuti magri e denutriti, privi di pelo a chiazze e completamente terrorizzati. Il loro recupero è sempre molto difficile, tanto che al termine del loro ciclo produttivo vengono uccisi oppure ceduti ai rifugi.

La scorsa settimana, il ministero locale per l’amministrazione forestale ha firmato un memorandum in collaborazione con l’organizzazione no-profit Animals Asia, per la progressiva chiusura degli allevamenti e il recupero degli orsi rimasti. La Vietnamese Medical Association, nel frattempo, si è impegnata nel convincere gli esperti di medicina tradizionale a eliminare le prescrizioni di bile d’orso entro il 2020.

=> Scopri la protesta in Cina contro gli orsi della bile


Non è però tutto, poiché nel 2005 il Paese aveva già reso illegale l’estrazione di bile, ma una scappatoia di legge ne aveva mantenuto vivo l’allevamento. La legge, infatti, consentiva di proseguire con la pratica per gli orsi già in possesso degli allevamenti, ora anche questa eccezione è stata rimossa.

26 luglio 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento