È stata uccisa l’orsa KJ2, perché ritenuta pericolosa per gli uomini da parte delle autorità della Provincia Autonoma di Trento. Gli agenti del Corpo Forestale hanno proceduto alla soppressione dell’animale in seguito all’ordinanza emessa dal presidente della Provincia di Trento Ugo Rossi. Quest’ultimo ha fatto presente che chi vive in un territorio deve poter vivere in sicurezza.

=> Scopri la petizione per l’orso in Trentino

Proprio in nome della sicurezza delle persone, ha detto Rossi, si è scelto di procedere all’uccisione dell’orsa. Il fatto ha destato parecchie polemiche soprattutto tra le associazioni animaliste. Luana Zanella, esponente dei Verdi, minaccia di denunciare Ugo Rossi.

Anche Michela Vittoria Brambilla, presidente del Movimento Animalista, ha fatto sentire la propria voce ricordando il caso dell’orsa Daniza del 2014. Secondo Brambilla è necessario fare chiarezza sulla vicenda sia nelle sedi politiche che giudiziarie, per far emergere tutta la verità sull’accaduto.

=> Leggi le ultime dichiarazioni sull’orso in Trentino

L’AIDAA, Associazione Italiana in Difesa di Animali e Ambiente, ha deciso di sospendere tutte le attività in segno di lutto e ha invitato gli italiani a boicottare i prodotti trentini. L’invito è stato esteso anche a disdire le vacanze programmate nella Provincia Autonoma di Trento.

I rappresentanti della LAV sono stati molto duri nei confronti della posizione diretta assunta dalle autorità locali, ribadendo che secondo loro emerge in tutto questo l’incapacità di gestire il piano di salvaguardia dell’orso bruno.

L’orsa KJ2 aveva aggredito un idraulico alla fine di luglio. L’uomo stava passeggiando in un bosco nella zona dei laghi di Lamar con il suo cane. La reazione di quest’ultimo avrebbe scatenato l’ira dell’orsa. L’uomo per salvarsi si era gettato in un dirupo riportando delle ferite al braccio e alla gamba.

Subito era stata ordinata una vera e propria caccia all’orso, che ha portato all’identificazione genetica dell’animale, alla sua cattura e all’uccisione in seguito all’ordinanza emessa a livello provinciale.

14 agosto 2017
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Silvia, lunedì 14 agosto 2017 alle20:54 ha scritto: rispondi »

Sono indignata e disgustata. la decisione di abbattere l'orso è stata assolutamente ingiusta. E' stato l'uomo a invadere il suo habitat. Spero non si ripeta più un omicidio nei confronti di un orso.

Lascia un commento