Scoperto cosa rese possibile la vita sulla Terra. Lo sostengono alcuni ricercatori dell’Università di Leeds, che hanno affermato come l’impatto dei meteoriti che colpirono il Pianeta ai suoi albori generarono gli effetti a catena che portarono agli organismi viventi. Il merito sarebbe degli asteroidi contenenti minerali di fosforo, che terminarono la loro corsa nei molti laghi contenenti liquidi acidi a elevate temperature allora presenti sul globo.

>>Leggi i possibili rischi per la Terra legati all’asteroide 2011 AG5

Meteoriti ricchi di sostanze chimiche fosforose sarebbero quindi alla base dello sviluppo della vita sulla Terra. Un’ipotesi suggestiva che farebbe luce su di una questione a lungo discussa in ambito accademico scientifico, quella del passaggio dalle rocce inanimate presenti ai primordi e la vita così come oggi la conosciamo. Secondo il Dr. Terry Kee, ricercatore presso la University’s School of Chemistry:

Il mistero di come gli organismi viventi siano spuntati fuori da rocce inanimate ha rappresentato a lungo un puzzle insoluto per gli scienziati, ma noi pensiamo che le insolite sostanze chimiche fosforose possano essere state dei precursori delle batterie che ora alimentano la vita sulla Terra. Il fatto però che lo si sia sviluppato in maniera così semplice, in condizioni similari a quelle della prima Terra, suggerisce che potrebbe essere l’anello mancante tra le geologia e la biologia.

>>Leggi le stime NASA sul numero di asteroidi in possibile collisione con la Terra

La vita sulla Terra è ora alimentata tramite un processo chiamato chemiosmosi, dove l’adenosina trifosfato (ATP) ne rappresenta il carburante essenziale. Durante gli esperimenti, condotti immergendo alcune rocce meteoritiche cadute in Siberia nel 1947 nei liquidi acidi prelevati nell’area geotermale Hveradalur (Islanda), i ricercatori hanno scoperto la generazione nel processo di una sostanza a essa molto simile. Si tratta del pyrofosfite, un parente stretto a livello molecolare del pyrofosfato (responsabile del trasferimento energetico della molecola di ATP). Un passo importante per comprendere il meccanismo che ha portato allo sviluppo degli organismi sul Pianeta:

La vita delle sostanze chimiche sarebbe stata il passo intermedio tra le rocce inorganiche e la prima vera vita biologica cellulare. Si potrebbe pensare alla vita delle sostanze chimiche come a una macchina, un robot ad esempio, capace di muoversi e di reagire a ciò che lo circonda, ma ancora non vivo. Con l’aiuto di queste primitive batterie queste sostanze chimiche si sono organizzate in qualche modo più complesso e si sarebbero sviluppate nelle strutture biologiche che vediamo oggi.

Fonte: ScienceDaily

Foto: Asteroid and Planet Earth | Shutterstock

5 aprile 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento