La pratica illegale della caccia all’orso sta causando seri problemi in Russia, in particolare ai molti cuccioli rimasti orfani e costretti a vivere in solitudine. I cacciatori di frodo agiscono in modo rapido aggirando leggi e divieti, colpendo sempre più esemplari adulti per i loro traffici. Ma questo comporta un numero sempre più elevato di cuccioli abbandonati ed esposti ai pericoli della vita solitaria, alla ricerca della madre e del cibo. Molti di loro vengono lasciati davanti ai rifugi e alle strutture circensi proprio dai bracconieri, altri invece vengono recuperati e tratti in salvo dalle associazioni animaliste. Alcuni vengono intercettati da contadini e agricoltori che se ne prendono carico, nutrendoli e accudendoli, prima dell’arrivo del personale autorizzato.

I piccoli così approdano in rifugi e strutture di accoglienza per animali, santuari creati per la salvaguardia degli animali e in molti zoo attrezzati. Altri addirittura volano in prima classe per raggiungere strutture specializzate situate nella città di Mosca, come il piccolo cucciolo di orso di nome Masha, abbandonato fuori dalla porta di una famiglia a Khabarovsk con suo fratello gemello. Il maschio purtroppo è morto, mentre per Masha la compagnia aerea Transaero ha donato un biglietto in prima classe e, con la presenza della responsabile della protezione animali Natalya Kovalenko, ha viaggiato comodamente dormendo per ben otto ore. Osservando con curiosità gli interni dell’aereo, i compagni di viaggio e il paesaggio fuori dal finestrino, per poi bere del latte caldo e cadere in un sonno pacifico.

I cuccioli di orso spesso finiscono all’interno delle grandi magioni dei tenutari sovietici, come dono per mogli e figli. Ma in molti rimangono stupiti dal loro naturale percorso di crescita e del cambio fisico che li porta a trasformarsi in adulti forti e robusti, con una modifica totale dell’indole specialmente per animali costretti alla cattività. Se non vengono recuperati per tempo, finisco all’interno dei circuiti circensi, dove si trasformano in tristi attrazioni per il pubblico. Di seguito l’adozione di un cucciolo d’orso trovato da una famiglia fuori dalla porta di casa, il video è dell’agenzia di stampa Reuters.

21 aprile 2015
Fonte:
Lascia un commento