Ora legale, Juncker: Commissione UE proporrà l’abolizione in Europa

Il passaggio all’ora legale previsto in estate potrebbe essere presto solo un ricordo. Ad annunciarlo è il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, che ha dichiarato come sarebbe ampio il consenso in Europa verso l’eliminazione del cambio di orario. Verrà quindi nelle prossime settimane proposta la sua abolizione entro i confini UE.

La decisione di eliminare l’ora legale sarebbe arrivata analizzando i risultati di una consultazione pubblica lanciata dall’UE e che ha visto prevalere i favorevoli con oltre l’80% (su 4,6 milioni di partecipanti). La proposta della Commissione europea sarà però soltanto il punto di partenza per l’iter.

=> Leggi quali sono i disturbi legati all’ora legale e i rimedi naturali per affrontarli

Successivamente la decisione passerà prima al Parlamento e poi al Consiglio UE, sebbene la decisione finale potrebbe portare all’abolizione dell’ora solare. Come ha dichiarato Juncker:

Abbiamo realizzato una consultazione pubblica e milioni di cittadini hanno risposto. Sono dell’avviso che in futuro debba essere l’ora estiva [l’ora legale, n.d.r.] a divenire la regola.

A richiedere l’eliminazione dell’ora legale sono soprattutto i Paesi del Nord Europa come Finlandia, Lituania, Estonia e Svezia, a cui si aggiungono la Polonia e alcuni eurodeputati della Germania settentrionale. Secondo i favorevoli all’abolizione del cambio dell’ora sarebbero nel corso degli anni venuti meno i presupposti di risparmio energetico che ne hanno comportato l’introduzione, mentre sarebbero più che mai attuali i problemi a carattere sanitario (in particolare disturbi del sonno, problemi alla circolazione e stress) causati dallo spostamento delle lancette.

31 agosto 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento