L’arrivo dell’anticiclone africano Flegetonte ha portato la colonnina di mercurio ad alzarsi di diversi gradi in gran parte delle città italiane. Dalle località delle valli alpine alle metropoli del Centro e del Nord Italia, le ondate di calore stanno causando numerosi disagi alla popolazione e un aumento dei consumi di elettricità.

Per affrontare le temperature roventi, che stanno raggiungendo picchi di 40°C, gli esperti consigliano di ricorrere a una dieta anti-afa, composta da cibi ricchi di liquidi come frutta e verdura.

La naturopata Maria Victoria Tuan, interpellata dall’Adnkronos, suggerisce di ricorrere alle tisane per reintegrare i sali minerali persi con la sudorazione. Ogni giorno sarebbe opportuno consumare almeno un litro di tisana a base di tarassaco, betulla, bardana o carciofo.

Per i pasti principali, l’ideale sarebbe limitare i cibi cotti e iperprocessati, preferendo alimenti leggeri e crudi e tanti ortaggi ricchi di acqua come i cetrioli e di potassio come le zucchine, per alleviare la sensazione di affaticamento e spossatezza causata dall’afa. La frutta andrebbe consumata come spuntino, puntando su anguria, melone, pesche, susine, ciliegie, albicocche e altri frutti freschi di stagione, ricchi di betacarotene e sali minerali.

Per fare il pieno di vitamine e di altri nutrienti fondamentali per affrontare le ondate di calore, la naturopata consiglia poi di ricorrere all’aloe. Assunta per via orale l’aloe, ricco di aminoacidi essenziali, ha un effetto antinfiammatorio sull’organismo e consente di reintegrare facilmente e in breve tempo i sali minerali persi con la sudorazione. Grazie all’aloe si può ottenere un’immediata sensazione di freschezza che rende più sopportabili le alte temperature registrate in questi giorni.

Oltre all’alimentazione, per affrontare le ondate di calore, è bene curare anche la salute della pelle. L’esperta consiglia di utilizzare un gel all’aloe per effettuare dei massaggi rinfrescanti e antinfiammatori sulle gambe, favorendo la circolazione e l’idratazione della cute e curando eventuali irritazioni, scottature ed eritemi. In alternativa, è possibile ricorrere alla tintura madre di ippocastano, sotto forma di estratto secco o in capsule.

Alla sera, per lenire la stanchezza dei piedi, è utile concedersi un pediluvio con l’aggiunta di bicarbonato di sodio e qualche goccia di olio essenziale rinfrescante e profumato. Particolarmente indicato è quello alla menta.

6 luglio 2015
Fonte:
Lascia un commento