Con la sua origine nella lontana Asia, e la sua rapida diffusione in tutta l’area del Mediterraneo, l’olio di sesamo è ben presto diventato uno dei prodotti più largamente diffusi, non solo a scopo alimentare, ma anche per la cura del corpo. Si sono già visti in precedenti aggiornamenti quali siano le proprietà di questo straordinario olio, ma quali sono gli impieghi più comuni e consigliati sul fronte dei massaggi?

Di seguito, qualche informazione utile per il ricorso all’olio di sesamo nei massaggi, nonché sui benefici che può portare all’organismo e alla pelle. Il suo utilizzo, già noto in tempi antichi e anche base della tradizione ayurvedica, è infatti giustificato dalle qualità intrinseche in nutrienti, minerali, vitamine e acidi grassi.

Olio di sesamo: proprietà e benefici

Conosciuto anche come olio di semi di sesamo, quest’olio è un prodotto vegetale che si ricava dalla spremitura del Sesamum indicu, una pianta della famiglia delle Padeliaceae. Questa pianta si caratterizza per un fusto alto circa una cinquantina di centimetri, da cui si erigono dei fiori bianchi molto profumati: questi producono dei semi, di piccolissime dimensioni, da cui si ricava il prezioso olio. L’impiego sin da tempi antichissimi non è affatto casuale, poiché questa pianta garantisce un’elevatissima resa: da ogni seme, infatti, si può ricavare fino al 60% di olio.

L’olio di sesamo ha trovato innanzitutto applicazione in cucina, in particolare nella tradizione asiatica: è la soluzione ideale, ad esempio, per le fritture in tempura, la famosa pastella di origine giapponese. Il prodotto, tuttavia, ha trovato larghissimo impiego anche nell’ambito della cosmetica, tanto da diventare il cardine della tradizione ayurvedica: è infatti indicato per la bellezza e la resistenza dei capelli, per ammorbidire e rigenerare la pelle e, così come anche accennato, per massaggi e altri trattamenti. Non a caso, in India quest’olio è ritenuto un vero e proprio toccasana, tanto che viene anche usato per il lavaggio del cuoio capelluto: “champo”, il nome locale della soluzione, è addirittura il termine da cui si è ricavato il moderno shampoo.

Gran parte delle sue proprietà benefiche viene descritta dalla composizione in micronutrienti, in sali minerali, vitamine e acidi grassi. Ricchissimo di omega 3 e omega 6, indispensabili per il benessere del cuore e della circolazione, l’olio di sesamo presenta alte concentrazioni di acido oleico e linoleico, rispettivamente il 40 e il 50%. Questi esprimono un’azione antiossidante, lenitiva e rinforzante, che si manifesta appunto nella cura della pelle e dei capelli. Non è però tutto, poiché l’olio è ricco anche di vitamine A, alcune del gruppo B e la E, quest’ultima uno dei principali agenti di contrasto dei radicali liberi, i responsabili dell’invecchiamento cellulare. Sesamolina, sesamola e sesamolo, infine, ne garantiscono la durata nel tempo e contribuiscono all’elasticità dei tessuti.

Olio di sesamo: le qualità per i massaggi

Così come già accennato, l’olio di sesamo è da sempre uno dei cardini della tradizione ayurvedica e, proprio per questo motivo, è da secoli largamente impiegato per benefici massaggi sul tutto corpo. Ma quali sono le caratteristiche che lo rendono uno dei composti d’eccellenza per questa pratica?

Innanzitutto, le proprietà organolettiche di questo olio, citate nel precedente paragrafo, permettono di rendere più morbida ed elastica la pelle. Questa peculiarità, abbinata al suo gradevole profumo, lo rende particolarmente malleabile, e quindi ideale per lavorare con le mani sul corpo. Inoltre, data la sua azione fortemente lenitiva, non solo è in grado di ridurre gli arrossamenti preesistenti, ma contribuisce a evitare irritazioni dovute allo sfregamento proprio del massaggio.

Non è però tutto, poiché l’olio di sesamo è anche indicato per rafforzare ed esaltare il ruolo di oli essenziali e profumi: a contatto con il calore della pelle, questi emanano una piacevole tonalità olfattiva, un fatto che aiuta a stimolare il rilassamento proprio durante la fase di massaggi. Infine, le proprietà antiossidanti ed elasticizzanti lo rendono ideale per trattare alcune aree del corpo spesso colpite da inestetistimi, come cellulite e smagliature.

3 settembre 2016
Lascia un commento