L’olio di palma rosso è un olio vegetale non idrogenato, che si ottiene dai frutti dell’Elaeis guineensis, una delle principali palme da olio.

I frutti maturi vengono raccolti e, dopo essere stati sterilizzati in corrente di vapore, vengono privati del nocciolo e poi cotti pressati, quindi infine filtrati. Il prodotto di questo procedimento è un olio, semi-solido a temperatura ambiente, che ha una intensa colorazione rossastra. Il colore, che è lo stesso di quello della polpa del frutto della palma guineensis, è dovuto alla elevata concentrazione di carotenoidi, come il beta-carotene.

Per la maggior parte degli impieghi l’olio di palma rosso viene sottoposto a un procedimento di raffinazione, che consente appunto di eliminarne la colorazione e a renderlo incolore, inodore e praticamente insapore: in pratica adatto ad essere utilizzato per la preparazione di snack, dolci e prodotti da forno di lavorazione industriale.

L’olio di palma rosso, a differenza di quello raffinato, ha – secondo alcuni studi – qualche beneficio per la salute di chi lo utilizza: vediamo quali sono le proprietà di questo alimento.

Proprietà dell’olio di palma rosso

La composizione nutrizionale dell’olio di palma non sottoposto al processo di raffinazione resta molto simile a quella del più comune olio di palma incolore. Una quantità pari a 100 g contiene circa il 50% di acidi grassi saturi, il 10% di mono insaturi e il 39% circa di acidi grassi poli-insaturi.

L’olio di palma rosso, a differenza di quello raffinato, contiene una discreta quantità di:

  • carotenoidi, sopratutto il beta-carotene, responsabile anche della colorazione rosso-arancio;
  • ubiquinone, ossia il coenzima Q10;
  • squalene e vitamina E.

Il beta-carotene è un pigmento vegetale precursore della vitamina A e ha una dimostrata efficacia come antiossidante. Lo stesso vale per la vitamina E.

Il coenzima Q10 è una delle molecole fondamentali per il funzionamento delle cellule del nostro organismo. Come il beta-carotene è un potente antiossidante, ma svolge questa azione perlopiù a livello dei lipidi che compongono le membrane cellulari, prevenendone la perossidazione. Diversi studi scientifici hanno dimostrato che il coenzima Q10 è efficace nella riduzione del rischio di infarto e che ha un effetto positivo nei pazienti in terapia per insufficienza cardiaca. L’ubiquinone è efficace anche nel controllo della concentrazione di colesterolo nel sangue.

Lo squalene è una delle molecole che compongono il sebo, che ha una azione protettiva per la pelle. Nel corso del processo di invecchiamento lo strato di sebo tende ad assottigliarsi: diversi studi hanno dimostrato che l’assunzione di squalene contribuisce a proteggere la pelle e a ridurre la formazione di rughe e la secchezza.

Benefici dell’olio di palma rosso

Alcuni studi hanno dimostrato che l’olio di palma rosso, grazie alla sua composizione in termini di micronutrienti, potrebbe essere utile a che soffre di carenza di vitamina E.

La letteratura scientifica tuttavia ha anche dimostrato che l’olio di palma, a causa dell’abbondante contenuto di acidi grassi saturi, contribuisce ad aumentare il rischio di soffrire di malattie anche gravi dell’apparato cardiovascolare. E questo nonostante il discreto contenuto in termini di sostanza antiossidanti.

L’olio di palma rosso per i benefici antiossidanti viene impiegato anche per la preparazione di creme cosmetiche nutrienti ed antiage.

25 marzo 2016
I vostri commenti
mexsilvio, venerdì 25 marzo 2016 alle20:15 ha scritto: rispondi »

una domanda ..?? delle tonnellate di olio di palma fatto bruciando le cime degli alberi ed allagando i terreni per raccoglierlo , che ne fanno ..???

Lascia un commento