Falso olio extravergine d’oliva: sequestrate 28 tonnellate

Sono state sequestrate 28 tonnellate di olio extravergine d’oliva contraffatto in tutto il Paese. Si tratterebbe di olio mescolato ad altri oli vegetali di qualità minore. Non si tratta però soltanto di questo, perché i Carabinieri in circa un mese hanno sequestrato in tutta Italia dell’olio che non corrisponde alle caratteristiche di ciò che è indicato in etichetta o che non risponde ai criteri della tracciabilità.

In particolare le irregolarità hanno interessato 46 aziende. Il valore commerciale dell’olio extravergine d’oliva sequestrato corrisponde a più di 350 mila euro. Una grande quantità di prodotto viene esportata anche al di fuori dell’Italia, per questo i falsi legati all’olio mettono davvero a rischio una catena produttiva di grande valore.

=> Scopri i benefici dell’olio d’oliva nel prevenire il tumore all’intestino

Luigi Cortellessa, comandante dei carabinieri per la tutela agroalimentare, ha dichiarato:

I risultati ci restituiscono un quadro rassicurante e grazie alla nostra attività ispettiva siamo riusciti ad evitare che oltre 28 mila litri di olio extravergine irregolare finisse sul mercato.

I casi più eclatanti sono stati quello nel territorio veronese, con 26 mila litri di olio che era presentato come extravergine, ma che in realtà non era tale, e quello del salernitano. Qui sono stati sequestrati dai militari 2 mila litri di olio (valore commerciale 18 mila euro) che era indicato come biologico e la cui etichetta non corrispondeva a verità.

21 novembre 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento