Olio d’oliva aiuta a prevenire il tumore all’intestino

L’olio d’oliva ha moltissime proprietà importanti a beneficio della nostra salute. Rientra perfettamente all’interno della dieta mediterranea ed è ricco di acido oleico. Quest’ultimo riduce il rischio di infarto, di ictus e di malattie che interessano in generale l’apparato cardiocircolatorio.

Garantisce l’equilibrio dei grassi ed abbonda di acidi grassi monoinsaturi, i cosiddetti “grassi buoni”. I ricercatori ultimamente hanno scoperto che l’olio d’oliva può essere importante anche per aiutare la prevenzione del tumore all’intestino. Lo hanno affermato gli scienziati dell’Università degli Studi di Bari.

=> Leggi perché l’olio d’oliva e l’avocado allungano la vita del 25%

Gli studiosi hanno svolto una ricerca specifica su questo argomento e i risultati sono stati diffusi su Gastroenterology. Antonio Moschetta, principale autore dello studio, ha spiegato:

L’olio extravergine di oliva è ricco di acido oleico, una sostanza in grado di regolare la proliferazione cellulare. In studi preclinici abbiamo potuto simulare geni alterati e stati di infiammazione intestinale, dimostrando che la somministrazione di una dieta arricchita di acido oleico è in grado di garantire notevoli benefici per la salute.

Nel processo di prevenzione del tumore all’intestino, l’olio d’oliva attiva un enzima, il Scd1. Esso si trova presente nelle pareti intestinali. Ha un compito molto importante, che consiste nella produzione di acido oleico. Se questo enzima non funziona bene, nell’intestino si possono sviluppare delle infiammazioni, con la possibilità di incorrere in tumori.

I ricercatori hanno visto che inserire l’olio d’oliva con regolarità nella vita quotidiana è molto importante, perché in questo modo si può assumere più acido oleico, agendo direttamente nella riduzione dell’infiammazione e, di conseguenza, combattendo l’insorgenza delle neoplasie.

Non dobbiamo dimenticare che l’olio d’oliva è anche ricco di polifenoli, che svolgono una funzione di antiossidanti. Essi agiscono contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare. Proprio quando l’organismo va incontro a processi di invecchiamento, è più facile sviluppare infiammazioni. L’olio d’oliva, invece, con i suoi antiossidanti naturali diminuisce anche questo rischio, favorendo l’equilibrio intestinale.

30 ottobre 2018
Lascia un commento