Il Movimento 5 Stelle ha chiesto al Governo Renzi di riferire alla Camera in merito sulla questione olio di palma. L’allarme diffuso nelle ultime ore dall’EFSA – Autorità europea per la sicurezza alimentare non è passato inosservato ai deputati pentastellati delle Commissioni Ambiente e Agricoltura, che hanno diramato una nota congiunta all’indirizzo dell’Esecutivo.

Sostanze tossiche e cancerogene risulterebbero presenti nell’olio di palma secondo quanto affermato dall’EFSA, perlopiù quale risultato della raffinazione del prodotto. I più a rischio sarebbero i bambini, al pari dei giovanissimi fino a 18 anni d’età, mentre in generale un alto consumo esporrebbe anche gli adulti a pericoli per la salute. Come riportato nella nota diffusa dai delegati del Movimento 5 Stelle:

Il Governo venga a riferire in Aula e metta in campo tutte le azioni necessarie per fermare i rischi legati all’assunzione dell’olio di palma, anche valutando uno stop della vendita sul mercato italiano. L’allarme lanciato nelle ultime ore dall’Efsa, l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare, conferma quanto già denunciato dal M5S sui rischi per la salute pubblica legati all’olio tropicale, soprattutto per bambini e adolescenti.

A entrare più nel dettaglio è poi Mirko Busto, deputato 5stelle in Commissione Ambiente, che ha sottolineato il rischio derivato dalla presenza di sostanze cancerogene nell’olio di palma:

Secondo quanto riportato dall’EFSA l’olio di palma contiene tre sostanze tossiche, di cui una genotossica e cancerogena, il 3-Mcpd, che si forma durante la raffinazione degli oli vegetali e presente in misura maggiore proprio nell’olio tropicale, ben 70 volte in più rispetto all’olio d’oliva. Dopo le numerose denunce del Movimento 5stelle sui rischi per la salute, già confermati dall’Istituto Superiore della Sanità, che ha messo in guardia sulla presenza eccessiva di grassi saturi nell’olio di palma, ora l’Esecutivo non può ignorare quanto sta emergendo in queste ore.

Con questo parere, l’EFSA non solo ha di fatto più che dimezzato la dose giornaliera ammissibile di quest’olio ma ha anche sancito la fine di un dibattito che ha visto da un lato chi, come il M5S, voleva tutelare la salute dei cittadini e dall’altro chi invece voleva tutelare gli interessi delle lobby dell’olio di palma e dell’industria alimentare.

I deputati 5Stelle annunciano poi la presentazione il 25 maggio 2016, in occasione di un incontro alla Camera, di nuovi dati relativi ai rischi connessi al consumo di olio di palma:

Per questo, il prossimo 25 maggio, in un convegno alla Camera sull’olio di palma, divulgheremo, insieme con esperti del mondo della scienza e della medicina, tutte le informazioni relative ai rischi per la salute e per l’ambiente legati all’olio di palma e le proposte 5stelle per chiederne il bando, tra cui la petizione per dire stop agli spot a favore dell’olio di palma sul sito web www.oliodipalmainsostenibile.it.

5 maggio 2016
I vostri commenti
Mimi , martedì 10 maggio 2016 alle12:42 ha scritto: rispondi »

Complimenti al M5S Era ora che qualcuno portasse avanti il problema del l'olio di palma che sta creando panico soprattutto nelle mamme perché questo olio si trova anche nel latte in polvere grazie

Giuseppe Di Camillo, giovedì 5 maggio 2016 alle22:26 ha scritto: rispondi »

Bravo Complimenti M5S

Lascia un commento