L’Olio di Neem nasce dalla spremitura a freddo dei semi di Azadirachta Indica, una pianta nativa dell’India e tipica delle zone asiatiche tropicali e semi tropicali. Un sempreverde presente nei testi antichi della medicina ayurvedica, ma anche in quella tradizionale. Possiede un’importanza di tipo religioso, oltre che medico, e per la salute svolge un ruolo antibatterico, antisettico e antimicotico. Dai semi, alle foglie, ai rami e al tronco, l’intera pianta può garantire benefici per la salute. Viste le sue qualità l’olio di Neem è un rimedio naturale che trova spazio anche nella cosmesi, in particolare per la salute del capello, la sua pulizia e benessere. Non a caso da sempre è utilizzato per chi ha problemi con pidocchi, batteri e forfora, inoltre incentiva e velocizza la crescita dei capelli.

Olio di Neem e pidocchi

In India l’olio di Neem è un rimedio naturale molto amato e utilizzato, sia per curare febbre e dolori, che per salvaguardare la salute dei capelli e della cute. Possiede una profumazione molto forte, intensa, che non tutti amano ma è innegabile il suo potere antibatterico. Per contrastare i pidocchi basta versare alcune gocce sulla cute e sui capelli, massaggiare per alcuni minuti e lasciare in posa per un’ora. Lavare i capelli con cura con lo shampoo di tutti i giorni, quindi utilizzare il balsamo e districare i capelli con un pettine a denti strettissimi. In questo modo, grazie a quest’azione, il pettine eliminerà residui di pidocchi e uova. Risciacquare la cute con acqua aggiungendo qualche goccia di olio essenziale alla lavanda o al timo. Grazie all’azione antiparassitaria pulisce, disinfetta e cura la cute ed i capelli, rendendoli morbidi e lucidi. Per questo motivo l’utilizzo costante dell’Olio di Neem indebolisce i pidocchi fino al completo annientamento.

Olio di Neem e forfora

La forfora è la conseguenza del ricambio cellulare del cuoio capelluto sotto forma di piccole squame bianche, quando è eccessiva si parla di dermatite seborroica con cause e motivazioni diverse. Per debellare o diminuire l’eccedenza si può utilizzare l’Olio di Neem, ottimo per disinfettare ma anche per idratare il cuoio capelluto. L’ideale è applicare un impacco: mescolate alcune gocce di olio di Neem con un altro olio, ad esempio di mandorle o d’oliva, quindi pettinate, coprite con un asciugamano e lasciate agire per una notte intera. Al mattino lavate i capelli con lo shampoo di sempre e tre gocce di olio di Neem. In alternativa è possibile lavare costantemente i capelli con l’olio di Neem e lo shampoo, fino ad ottenere i risultati necessari. In commercio è facile reperire prodotti per capelli mescolati con olio di Neem, con una profumazione meno intensa è più godibile.

Infine l’applicazione costante dell’Olio di Neem sul cuoio capelluto aiuta la circolazione sanguigna, quindi favorisce e incentiva la crescita dei capelli. Lubrificando e idratando la pelle della testa si avranno capelli meno sfibrati, secchi, minor numero di doppie punte, minor diradamento e caduta. Il capello e il bulbo si rafforzeranno apparendo più sani e lucidi. Massaggiando la testa con qualche goccia per circa 15 minuti, lasciando agire per 45 minuti prima dello shampoo, garantirà maggiore benessere e un buon risultato.

16 ottobre 2013
Immagini:
I vostri commenti
Maria, sabato 10 giugno 2017 alle7:17 ha scritto: rispondi »

Buongiorno , ma è vero che l'olio di neem sterilizza le uova dei pidocchi ?

Cossu graziella , sabato 17 dicembre 2016 alle14:05 ha scritto: rispondi »

Come si può usare l'olio x la forfora

PINUCCIA STRANO, venerdì 1 maggio 2015 alle12:14 ha scritto: rispondi »

Vorrei sapere come usare l'olio di Neem . Del tipo quante gocce di olio in quanti ml di sciampo. Grazie

cadoni caterins, mercoledì 21 gennaio 2015 alle21:16 ha scritto: rispondi »

Vorrei sapere dove comprare l olio di neem.

Lascia un commento