Olio di limone: le proprietà curative

Il limone è uno dei frutti che più di frequente capita di trovare nelle cucine. Questo agrume è solitamente impiegato come ingrediente nella preparazione di piatti a base di pesce o di cocktail fruttati, ma trova ampio utilizzo anche come correttore di acidità in molti prodotti confezionati come marmellate e succhi di frutta.

L’albero di limone è una pianta in grado di raggiungere fino a 5 metri di altezza e i suoi fiori sono di colore bianco e dall’intenso profumo. Malgrado l’intensa coltivazione nei Paesi del Mediterraneo le sue origini sono orientali, tanto che il suo stesso termine si ispira all’espressione araba “limun”, utilizzata per definire gli agrumi in generale. Differente invece l’origine del nome scientifico Citrus, che deriva dal termine latino utilizzato per definire il “Cedro”.

Proprietà curative

Molte le proprietà curative offerte sia dal suo succo che dall’olio essenziale che dal limone si ricava. Prima tra tutte quella antibatterica e antinfiammatoria, utile ad esempio per combattere l’acne. Basteranno 1 o 2 gocce al giorno sulle eruzioni cutanee per ottenere dei benefici in tempi rapidi. Utilizzandolo più volte al giorno può essere utile anche per contrastare la comparsa di verruche, che questo olio porterà a seccare e quindi a cadere spontaneamente.

Depurare la pelle e mantenerla idratante e in salute è possibile anche utilizzando l’olio essenziale di limone per realizzare un impacco utile sia per la cura della cute in generale che per una maschera facciale contro acne e altre imperfezioni cutanee. Utilizzare in questo caso 3 cucchiai di yogurt insieme con un cucchiaio di miele e alcune gocce di olio. Applicare per circa 20-30 minuti e risciacquare dolcemente con acqua tiepida. Questo impacco è inoltre benefico anche per il trattamento della pelle grassa.

L’olio essenziale di limone può inoltre essere impiegato come rimedio naturale antiforfora aggiungendone alcune gocce a tre cucchiai di olio d’oliva e un tuorlo d’uovo. Mescolare insieme il tutto e spalmarlo sui capelli partendo dalla radice per ottenere benefici maggiori.

Le proprietà antisettiche e antibatteriche del limone possono inoltre essere utilizzate per combattere tutte quelle infezioni e infiammazioni tipiche in caso di mal di gola, mal di denti e tosse. Aggiungendo una o due gocce di estratto a un cucchiaino di miele se ne potenzieranno gli effetti e si otterrà un rapido alleviamento dei sintomi.

Il trattamento dei denti con l’olio essenziale di limone prevede però un ulteriore possibilità, che unisce alle proprietà disinfettanti già citate anche la possibilità di rendere il proprio sorriso più bianco. Applicare sul proprio spazzolino, prima del dentifricio, due gocce di olio essenziale di limone e procedere con la pulizia.

Una volta finito immergere in acqua calda lo spazzolino e utilizzare il liquido ottenuto per dei gargarismi, così da massimizzare gli effetti del limone e ottenere denti disinfettati e col tempo più bianchi. Ricordiamo però che essendo rimedi a medio lungo termine molto importante si rivelerà la costanza nell’applicazione, oltre a una certa dose di pazienza.

Assumere olio essenziale di limone può avere inoltre benefici effetti sull’organismo anche per quanto riguarda la salute delle gambe stanche, il trattamento di vene varicose e geloni nonché lo smaltimento delle tossine presenti nel corpo. Le sue capacità antinfiammatorie rappresentano inoltre anche un possibile aiuto in caso di artriti e reumatismi.

L’olio essenziale di limone è infine d’aiuto anche per combattere malesseri e alterazioni dell’umore come insonnia ed emicranie, così come se ne segnalano gli effetti benefici per quanto riguarda il rafforzamento delle unghie.

Consigli utili

Non risultano evidenze in merito a una possibile tossicità dell’olio essenziale di limone, ma si consiglia comunque un utilizzo attento a causa della possibile irritazione nei soggetti particolarmente sensibili.

Inoltre ne va sconsigliato l’utilizzo sulla pelle qualora si preveda di esporla direttamente alla luce del Sole, specialmente nei mesi estivi, o si svolgano sedute di lampada abbronzante.

17 marzo 2014
Lascia un commento