Olio di fegato di merluzzo per combattere il tumore al colon. Ad affermarlo un ricercatore italiano, il Dr. Luigi Ricciardiello, gastroenterologo dell’Università di Bologna. Secondo lo studioso il merito andrebbe agli Omega-3 contenuti in questo particolare prodotto, che garantirebbero la riduzione delle infiammazioni e della formazione dei polipi intestinali.

Secondo il Dr. Ricciardiello sarebbe l’Epa, uno degli Omega-3 contenuti nell’olio di fegato di merluzzo, a contribuire in maniera decisiva alla riduzione del numero e della frequenza di polipi all’interno dell’intestino. Se trascurate queste formazioni possono mutare natura e trasformarsi appunto in tumore al colon.

A confermare tale ipotesi sarebbe il caso di una paziente del ricercatore, affetta da poliposi familiare attenuata, che dopo l’avvio della fase di assunzione di integratori a base di Omega-3 contenuti nell’olio di fegato di merluzzo avrebbe visto rallentare in maniera evidente la formazione di polipi. Di particolare efficacia si rivelerebbe tale soluzione anche per coloro che risultano affetti da poliposi familiare grave, pazienti nei quali le formazioni polipose tendono a manifestarsi anche fino a cento volte ogni uno o due anni.

Importante tuttavia che una dieta sana ed equilibrata vada ad affiancarsi all’assunzione dell’Epa, presente anche in altre specie ittiche come salmone, sardine e sgombri.

Eliminare la carne o ridurne al minimo l’assunzione, consumare pesce almeno 2 o 3 volte a settimana e soprattutto fare il pieno di frutta e verdura rappresenterebbe un ottimo rimedio naturale per la prevenzione del tumore al colon. Uno stile di vita sano contribuirebbe ad evitare, conclude il ricercatore, circoli 70% di tali formazioni tumorali.

2 febbraio 2015
Lascia un commento