L’olio di Argan prende il nome dalla pianta dalla quale si ricava, ovvero l’Argania Spinosa. In particolare dal nocciolo dei suoi frutti, chiamato kernel, si ricava il prezioso unguento fonte di sostentamento principale della zona. Questo prodotto particolare, e la sua pianta, sono tipici della zona del sud del Marocco. Svolge un ruolo importante per la vita locale, sia dal punto di vista medico, come rimedio naturale, per il benessere, come prodotto cosmetico e alimentare.

Lo zona dove cresce e prolifera la pianta è stata dichiarata da l’UNESCO, nel 1998, Riserva della biosfera. L’Argania spinosa può raggiungere l’altezza incredibile di dieci metri e vivere fino a 200 anni, e rappresenta per la popolazione berbera locale la fonte principale di sostentamento. Oltre a essere un rimedio naturale, con le foglie si possono nutrine le pecore dei piccoli allevamenti familiari, il legname viene utilizzato per costruire le case mentre dai gusci essiccati dei frutti si ottiene un particolare tipo di carburante, ma anche un mezzo per accendere il fuoco e il cibo per il benessere del bestiame.

Ma è la raccolta dei frutti e dei noccioli, esclusivamente manuale, a garantire continuità lavorativa. Questo tipo di procedimento è affidato alle mani esperte delle donne Berbere del luogo, radunate in cooperative. Solitamente ciò avviene da giugno a luglio, e solo quando il frutto è a terra e secco. Non si recuperano solo i noccioli, segno che qualche predatore si è cibato della polpa, ma tutto il frutto. Il trasporto avviene con sacchi resistenti e con l’ausilio di asini o di qualche mezzo moderno.

>> Scopri come scegliere al meglio l’Olio Extravergine d’Oliva

È un procedimento antico che conserva la purezza dell’atto, anche la lavorazione è manuale perché dal frutto si estrae il nocciolo e quindi la mandorla. Si lavora il kernel con un macchinario rudimentale che favorisce lo sfregamento, grazie anche all’aggiunta di acqua, dal quale si ricava una pasta chiamata Malaxage. Il massaggio metodico e paziente di questa produce il prezioso olio di Argan. La presenza dell’acqua rende il prodotto deteriorabile nel tempo, per questo la tradizione locale impone una produzione costante e solo in caso di necessità. Dal 2000 è stata introdotta la lavorazione meccanica, costituita da una serie di procedimenti che garantiscono un prodotto più puro, limpido e più duraturo proprio grazie all’assenza di acqua.

L’olio di Argan e l’alimentazione

L’olio di Argan trova applicazione anche in campo alimentare, il kernel viene preventivamente tostato in modo preciso e attento. Questo garantisce una colorazione ramata e un delicato sapore, simile alla nocciola. è un condimento molto utilizzato nella cucina locale, e grazie alla presenza degli acidi oleici e linoleici regola il colesterolo, protegge il fegato e stimola la produzione di cellule cerebrali contro l’arteriosclerosi. è un olio davvero prezioso, l’alta percentuale di antiossidanti naturali, acidi grassi essenziali, carotenoidi, acido ferulico, steroli e polifenoli è un toccasana per il corpo. Il livello di vitamina ed è tre volte superiore a quello dell’Olio di Oliva, inoltre favorisce la riduzione della glicemia nel sangue.

Non solo la presenza di acido oleico dotato di polifenoli, con proprietà antiossidanti, garantirebbe una risposta importante contro molti tumori. è una particolarità che lo accomuna all’Olio d’Oliva, ma che sembra molto più incisiva e decisiva nell’olio d’Argan. Per questo è consigliato l’uso alimentare, in quanto garantirebbe una copertura protettiva contro i tumori al colon, retto, mammella, prostata, pancreas ed endometrio.

Meglio consumarlo crudo, per evitare che la cottura lo privi delle sue incedibili qualità. Via libera quindi al pane condito con un filo d’olio, oppure all’aggiunta in insalate, cous cous, e come elemento finale per zuppe e minestre. Una ricetta semplice e tipica della cucina marocchina è l’Amlou, ideale per la prima colazione, che contempla tutti gli ingredienti indispensabili per far carburare la nostra mente e le cellule del cervello.

Ingredienti

  • 250gr mandorle tostate;
  • 8 cucchiai olio di Argan alimentare;
  • 4 cucchiai miele.

Frullate le mandorle sminuzzandole nel frullatore, versate la polvere ottenuta in una ciotola e amalgamatela con l’olio di Argan e miele. Lavorate un cucchiaio alla volta fino a ottenere un composto uniforme e denso, facilmente spalmabile sul pane per la prima colazione. L’Amlou è anche un dono prezioso, tipico della cucina marocchina, che viene offerta agli ospiti come segno di benvenuto.

>>Scopri le proprietà del Tea tre oil

L’olio di Argan: cosmesi e medicina

Utilizzato da sempre nella tradizione cosmetica del Marocco, l’olio di Argan è un rimedio naturale e sano che incentiva la salute della cute e il benessere del corpo. Le donne Berbere ne fanno uso sin dall’antichità, e grazie alle sue proprietà antiossidanti contrasta l’insorgenza dei radicali liberi. Bellezza della pelle, delle unghie, dei capelli e delle labbra, ma anche rimedio utile per i massaggi rilassanti e drenanti.

Dal colore limpido e dorato favorisce un effetto anti-age naturale, idrata, nutre, riduce borse e occhiaie, riattiva la microcirolazione cutanea, attenua le rughe, quindi diminuisce gli stati di stress legati ai dolori reumatici. è un rimedio utilissimo contro le bruciature, il prurito e la desquamazione da Psoriasi, ridona vitalità e lucentezza ai capelli e cura le unghie fragili e deboli. è un vero elisir di bellezza, come dimostrato dalle pelli delle bellissime donne del Marocco.

>> Scopri come realizzare dello shampoo fatto in casa

Sul viso va applicato mattina e sera, mentre sul corpo può sostituire la crema idratante. Come per l’olio alle mandorle lo si può stendere sotto la doccia, per poi procedere con una risciacquata detergente. Per quanto riguarda la Psoriasi è possibile passare sulla parte un mix di olio di Argan con alcune gocce di olio essenziale profumato. è importante che il prodotto sia puro al 100%, per garantire qualità e benessere al nostro corpo.

4 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Martina Fontana, mercoledì 24 settembre 2014 alle18:06 ha scritto: rispondi »

Grazie per i preziosi consigli. Io sono gia un'assidua consumatrice di Olio di Argan. Sinceramente negli ultimi anni ho sempre acquistato su e mi sono sempre trovata benissimo, anche perchè nè ho provati veramente tanti. E' un ottimo portale anche per documentarsi sui benefici e sulle proprietà di questo olio miracoloso.

franca marina , martedì 19 novembre 2013 alle21:07 ha scritto: rispondi »

grazie dei consigli , io uso l ' olio di argan e iris del marocco con olio di sesamo dici che va bene?e poi mi consigli un sito dove comperare l 'olio di argan per uso alimentare ? grazie una vegetariana

Roberta, domenica 18 agosto 2013 alle9:34 ha scritto: rispondi »

Potrei sapere quale sito ,ed eventualmente qualche consiglio per l,uso antirughe e rinforzo unghie. Grazie della cortesia saluti

Elio, martedì 6 agosto 2013 alle10:06 ha scritto: rispondi »

Mi potresti dire il sito? Grazie!

estetista, martedì 18 giugno 2013 alle12:27 ha scritto: rispondi »

Personalmente utilizzo olio di Argan purissimo, ed è davvero ottimo per ammorbidire i capelli..il metodo migliore è di fare un impacco dell'olio prima della doccia per circa 30 minuti e poi fai la doccia.. Lo uso anche dopo la doccia applicando qualche goccie per eliminare le doppie punte. Per comprare olio argan puro, consiglio un sito molto serio che l'ho trovato dopo una lunga ricerca: L'ho provato ed è semplicemente miracoloso! ciaooo

Lascia un commento