Olio dall’aglio per ridurre gli effetti negativi originati dalla chemio o dalla radioterapia. Secondo quanto riportato dall’Institute of Food Technologists (IFT) sulle pagine del Journal of Food Science, questo alimento naturale garantirebbe un efficace aiuto per l’organismo durante le terapie per la cura del cancro.

Secondo lo studio, condotto dal Dr. Tao Zeng insieme ai ricercatori della School of Public Health presso la Shandong University in Cina, l’aglio rappresenterebbe quindi non soltanto un rimedio naturale per la prevenzione delle patologie tumorali, come evidenziato da alcuni recenti studi, ma fornire anche un supporto durante i cicli chemioterapici e di radioterapia.

Le analisi sono state condotte in laboratorio su alcune cavie affette da varie forme tumorali e trattate con cicli chemio o radioterapici. Nei soggetti che in precedenza avevano ricevuto l’olio di aglio come integratore gli effetti negativi delle due terapie risultavano ridotti. Un esempio secondo i ricercatori il numero di globuli bianchi, inferiore dopo le cure rispetto ai piccoli pazienti ai quali il rimedio naturale non era stato somministrato.

Risultati favorevoli quindi secondo i ricercatori in vista di un possibile impiego complementare dell’olio di aglio nei trattamenti antitumorali:

Questi risultati supportano l’idea che l’olio di aglio, per il consumo, può offrire benefici per i malati di cancro sottoposti a chemioterapia o radioterapia.

27 giugno 2013
I vostri commenti
Gpiombo@tiscali.it, venerdì 5 luglio 2013 alle18:49 ha scritto: rispondi »

Interessante

Lascia un commento