Oli essenziali anticellulite: quali scegliere

La cellulite è una patologia che colpisce varie aree del corpo. Più spesso localizzato in corrispondenza dell’addome e delle gambe, questo disturbo si caratterizza per antiestetiche esteriori derivate da alterazioni dei tessuti connettivi nella zona colpita. Nei casi più lievi è possibile intervenire per ridurre il disturbo grazie all’utilizzo di oli essenziali.

A causare la cellulite non è direttamente il sovrappeso, anche se risulta evidente come un’eccessiva presenza di grasso corporeo possa aggravarne la sintomatologia. Responsabili di questo disturbo sono spesso stili alimentari non corretti e ritmi di vita troppo sedentari. Un ruolo nella sua formazione è giocato anche dagli estrogeni rendendo le donne, in particolare coloro che assumono la pillola per il controllo del ciclo, le più esposte al rischio.

Come per altri rimedi naturali, anche gli oli essenziali entrano in gioco per combattere la cellulite, a patto però che vengano impiegati ai primi stadi di sviluppo della stessa. In caso contrario saranno necessari trattamenti terapeutici consigliati dal proprio medico, che anche nei casi più lievi potrà fornire chiarimenti in merito a possibili controindicazioni o allergie, specifiche per il vostro caso, ad alcuni delle soluzioni consigliate.

Oli essenziali contro la cellulite

  • Olio essenziale di ginepro: L’aiuto offerto da questo olio interessa sia la cura della ritenzione idrica che il miglioramento dell’attività circolatoria del sangue. Il suo profumo è forte, il che lo rende ideale per un massaggio drenante che agisca sia esternamente che tramite inalazione;
  • Olio essenziale di limone: Stimola la circolazione sanguigna perifica e aiuta non soltanto a combattere la cellulite, ma anche la pelle grassa e e l’invecchiamento della cute;
  • Olio essenziale di pompelmo: Questo olio è apprezzato non soltanto per il suo profumo, che si ritiene contribuisca anche a ridurre l’appetito aiutando in caso di dieta dimagrante, ma anche per le sue proprietà di riattivazione del metabolismo e di rassodamento della pelle. Questo viene reso possibile dalla presenza al suo interno di una piccola porzione di geraniolo. Aiuta inoltre ad eliminare le tossine dai tessuti, supportando inoltre il sistema linfatico;
  • Olio essenziale di geranio: Ricco di geraniolo, un massaggio con questo olio si rivela molto utile per favorire la cicatrizzazione dei tessuti, per il rassodamento della pelle, come astringente e come stimolo per la circolazione sanguigna. Quest’ultima azione aiuta ad evitare ritenzione idrica e le antiestetiche smagliature;
  • Olio essenziale di rosmarino: Le proprietà attribuite a questo olio essenziale prendono il via dalla sua capacità di migliorare il microcircolo, attraverso un massaggio eseguito in maniera opportuna contribuisce al trattamento della cellulite e rivitalizza i tessuti. Aiuta inoltre a migliorare la risposta dell’organismo allo stress, mentre risulta tuttavia non indicato in caso di gravidanza;
  • Olio essenziale di cipresso:Olio dalle proprietà diuritetiche e drenanti dei tessuti è inoltre un vasocostrittore indicato per il trattamento delle gambe stanche e come stimolante della circolazione periferica;

Come utilizzare gli oli essenziali e altri rimedi naturali

Gli oli essenziali andranno utilizzati, da soli o in combinazione tra loro, unendone un massimo di 15 gocce a 50 ml di un olio che verrà utilizzato come diluente. Possibile impiegare in questo senso l’olio di mandorle o quello di jojoba.

Regolarizzare l’alimentazione e mantenere uno stila di vita attivo è il primo passo per contribuire alla scomparsa della cellulite. Questo vuol dire svolgere attività fisica, ma anche ridurre l’apporto di sodio nella propria dieta e limitare l’assunzione di bevande alcoliche. Un benefico effetto deriva anche con lo stop al fumo.

Alcuni rimedi naturali utilizzati in caso di cellulite sono la ginkgo biloba, il pungitopo, il massaggio con i fondi del caffè e con le tisane drenanti a base di finocchio, centella asiatica e ippocastano.

1 aprile 2014
I vostri commenti
VALENTINA, sabato 18 giugno 2016 alle11:48 ha scritto: rispondi »

GLI OLI ESSENZIALI NON VANNO UTILIZZATI ASSOLUTAMENTE PURI CIOè DA SOLI MA SEMPRE ACCOMPAGNATI DA UN OLIO DI BASE CHE PUò ESSERE JOJOBA, ALOE, MANDORLE O KARITè.

Federica , venerdì 10 aprile 2015 alle10:11 ha scritto: rispondi »

Salve Mi chiamo Federica e sto studiando per diventare un estetista.. Nei miei preparati con olio aggiungo sempre qualche goccia di olio essenziale sia se devo effettuare un massaggio rilassante o drenante.. Vorrei saperne di più per avere una maggiore sicurezza nel spiegare come mai sto usando quel tipo di olio essenziale e quale scegliere al momento dell'acquisto. Complimenti inoltre per il vostro sito e grazie.

Lascia un commento