Obiettivo Terra 2018: primo posto alle Tre Cime di Lavaredo

È la foto delle Tre Cime di Lavaredo scattata dal 27enne trevigiano Stefan Miron la vincitrice di Obiettivo Terra 2018. Giunto alla sua nona edizione, il concorso fotografico è stato promosso come ogni anno da Fondazione Univerde e Società Geografica Italiana Onlus, con la collaborazione di Cobat (main partner) e ClHub (partner tecnico). L’immagine si è aggiudicata, per la prima volta in assoluto, anche per quanto riguarda la Menzione Speciale Turismo Sostenibile.

Una gigantografia della foto vincitrice di Obiettivo Terra 2018 resterà esposta a piazza Barberini da oggi fino al 1 maggio. Premiata con l’esposizione nella popolare piazza romana anche la foto vincitrice della Menzione Speciale Fanpage.it (tra le novità di questa edizione): autore Mirko Ugo, lo scatto ritrae un esemplare di spillone delle spiagge (Armeria pungens), pianta tipicamente presente nei litorali sardi, fotografato nei pressi del mare dell’Isola di Spargi; la vittoria è stata decretata dalle preferenze espresse (45%) dai 4.344 navigatori del portale che hanno espresso il loro voto.

Obiettivo Terra 2018: Menzione Speciale Fanpage


In crescita il numero delle foto partecipanti al concorso (+13% rispetto all’edizione 2017), 1.440 quelle ammesse per Obiettivo Terra 2018 (1.494 il totale di quelle pervenute): 534 scattate da donne e 906 da uomini, con prevalenza di scatti che ritraggono Parchi Regionali (48%), seguiti da Parchi Nazionali (43%) e Aree Marine Protette (9%).

Centro Italia grande protagonista di Obiettivo Terra 2018, con in testa (per numero di scatti pervenuti) il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga (75), seguito dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini (61) e dal Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (59). Primo tra i Parchi Regionali il Parco Naturale Adamello Brenta in Trentino (32 foto), mentre tra le Aree Marine Protette la preferita è stata Punta Campanella in Campania (11 foto).

=> Leggi di più sulle Menzioni Speciali assegnate per Obiettivo Terra 2018

Premiati nel corso delle nove edizioni 18 Parchi Nazionali, 24 Parchi Regionali e 4 Aree Marine Protette. Sono 7 (delle 12 premiate) le aree protette che hanno ricevuto per la prima volta un riconoscimento durante l’edizione 2018 di Obiettivo Terra: Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena; Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona, Campigna; Parco Regionale Fluviale dell’Alcantara; Parco Regionale Lombardo della Valle del Ticino, Parco Naturale Adamello Brenta, Area Marina Protetta Isola dell’Asinara; Area Marina Protetta Regno di Nettuno. Come ha dichiarato Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione UniVerde:

Attraverso la forza delle immagini, Obiettivo Terra ci ha fatto riscoprire i bellissimi tesori del variegato ed inestimabile patrimonio custodito dai nostri Parchi ed Aree Marine Protette. Un patrimonio unico, da tutelare con determinazione e valorizzare con orgoglio; questa è la vera sfida che dobbiamo vincere se davvero amiamo la nostra straordinaria Italia, se sinceramente rispettiamo Madre Terra. Spero che il nuovo Parlamento eletto riesca finalmente a raddoppiare le risorse destinate alle aree protette e a prevedere un piano di incentivi per le attività economiche davvero sostenibili che si svolgono in queste aree.

Oltre alla foto vincitrice sono state assegnate 12 tra Menzioni e Menzioni Speciali, che verranno come tradizione associate ciascuna a un mese del calendario 2018 e inserite nella pubblicazione che riguarderà Obiettivo Terra 2018. Potranno inoltre essere oggetto, in base al tema scelto dall’ONU, della mostra al Palazzo di Vetro di New York. Grazie alla partnership con Earth Day Italia Onlus le foto vincitrici sono state esposte anche attraverso i maxischermi presenti all’interno del Villaggio per la Terra (Galoppatoio di Villa Borghese, Roma).

23 aprile 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento