Riparte con la sua VIII edizione il concorso fotografico Obiettivo Terra. Indetta da Fondazione UniVerde e Società Geografica Italiana Onlus, la competizione chiama a raccolta i migliori scatti a tema geografico-ambientale. Iscrizioni aperte a partire dal 1 gennaio e fino al 21 marzo 2017, mentre la premiazione si terrà a Roma il 21 aprile.

=> Scopri i parchi nazionali d’Italia attraverso alcune immagini

Obiettivo Terra 2017 rinnova quello che è lo spirito del concorso fotografico, ovvero il sostegno ai Parchi Nazionali e Regionali d’Italia nel difficile compito di “difesa, valorizzazione e promozione del patrimonio ambientale; del paesaggio; delle peculiarità e delle tradizioni enogastronomiche, agricole, artigianali e storico-culturali e sociali”.

Valorizzazione della biodiversità italiana e promozione di un modello turistico ecosostenibile, insieme allo sviluppo dell’economia circolare nei Comuni di appartenenza dei parchi saranno l’obiettivo sul quale volgerà anche questa ottava edizione del concorso.

Chi può partecipare e come

Possono partecipare al concorso tutti i cittadini, di qualsiasi nazionalità, purché residenti o domiciliati all’interno del territorio italiano, che abbiano raggiunto la maggiore età entro il 21 marzo 2017 e che invieranno entro tale date il loro migliore scatto ritraente un parco nazionale o regionale d’Italia.

La partecipazione al concorso è gratuita e prevede semplicemente l’iscrizione al portale www.obiettivoterra.eu/, dove avverrà il caricamento della fotografia. La foto dovrà essere: a colori; in formato digitale con risoluzione minima a 1660×1200 pixel; formato orizzontale o verticale; di peso non superiore ai 15 MB; composta da un unico scatto.

=> Leggi il rapporto 2016 di Fondazioni UniVerde sui parchi italiani

Sono ammessi “regolazioni del contrasto, della luminosità e l’uso di filtri purché non alterino il soggetto dell’immagine”. È vietato l’utilizzo di immagini riportanti fotomontaggi, scritte sovraimpresse (firme ecc.), bordi, cornici o “altri tipi di addizioni o alterazioni”.

Premio finale e Menzioni speciali

Al vincitore andrà un premio di 1000 euro, oltre a ricevere una targa premio dalla Fondazione UniVerde e dalla Società Geografica Italiana. La foto vincitrice verrà inoltre esposta in maxi-affissione in una delle splendide piazze di Roma.

Sono previste inoltre delle Menzioni speciali per le categorie: “Alberi e foreste”; “Animali”; “Area costiera”; “Fiumi e laghi”; “Paesaggio agricolo”.

Novità di quest’anno le seguenti Menzioni speciali, tra le quali anche la fuori concorso “Foto subacquea” (scattata in un’Area Marina Protetta) in collaborazione con Marevivo:

  • Borghi (Un premio alla più bella foto di un borgo all’interno di un parco nazionale o regionale, in collaborazione con l’Associazione “I borghi più belli d’Italia);
  • Difesa del suolo (Un premio in collaborazione con la Società Italiana di Geologia Ambientale – SIGEA alla foto che meglio rappresenti elementi naturali o di ingegneria naturalistica volti a contrastare i fenomeni di dissesto idrogeologico nei parchi nazionali e regionali italiani);
  • Earth Day (Il premio alla più bella foto scattata in un parco nazionale o regionale da uno studente che abbia conseguito almeno 6 crediti universitari in geografia per celebrare il 150° Anniversario della Società Geografica Italiana);
  • Madre Terra (Un premio alla miglior foto scattata nei parchi nazionali e regionali colpiti dagli episodi sismici del 2016);
  • Turismo sostenibile (2017 Anno Internazionale ONU del Turismo Sostenibile).

26 gennaio 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento