Si ricorderà di certo la storia di Obie, il cane salito agli onori della cronaca lo scorso anno per la sua grave obesità. Il Dachshund, per diversi mesi al centro di una fitta polemica sul suo affidamento, ha mostrato proprio in questi giorni la sua nuova linea. Il risultato dopo un anno di trattamento è stupefacente.

La vicenda di Obie è più comune di quanto si possa pensare, perché il problema della sovralimentazione è una vera e propria epidemia fra gli animali di compagnia. Il cagnolino, cresciuto da una coppia di amorevoli anziani, veniva alimentato continuamente: i proprietari, entrambi affetti da problematiche legate alla memoria, non ricordavano l’orario dei pasti del goloso Dachshund. Così veniva nutrito 24 ore su 24 e in poco tempo l’animale ha raggiunto i 34 chili di peso. L’abbondante grasso in eccesso ne aveva reso impossibile la deambulazione: l’enorme pancia, sfregando sul terreno, rendeva ogni passo uno sforzo epico.

Preso in carico da una volontaria, con relativa polemica d’affido non appena Obie è diventato una webstar, il cane è stato sottoposto a numerosi trattamenti: una dieta ferrea, un’attività fisica costante e addirittura un lifting, per rimuovere la pelle in eccesso dovuta al calo di peso. Oggi l’animale pesa all’incirca 12 chili e la sua silhouette è tornata a essere quella tipica di un cane della sua taglia.

Come si nota dalle fotografie pubblicate sulla pagina Facebook a lui dedicata, vi è ancora del tessuto in eccesso, un fatto normale quando il numero di chili perduti è così elevato. Ma quel che conta è come Obie sia oggi in salute, felice e completamente tornato a quella quotidianità degli amici a quattro zampe: sembra incredibile, a un solo anno di distanza, vederlo correre e giocare senza sosta su una spiaggia.

11 ottobre 2013
Fonte:
KXL
Immagini:
Lascia un commento