Mangiare troppo sale può aumentare il rischio di obesità. Un consumo eccessivo di cibi salati potrebbe essere alla base della propensione a ingrassare, a sostenerlo uno studio pubblicato sulla rivista Hypertension dai ricercatori della Queen Mary University of London.

Secondo quanto ha sostenuto il Prof. Graham MacGregor, autore dello studio, per ogni grammo di sale consumato in più al giorno si incrementerebbe il rischio di obesità del 25%. Come ha spiegato lo stesso ricercatore:

Questi risultati suggeriscono che l’assunzione di sale è un potenziale rischio per l’obesità indipendentemente dall’assunzione di calorie.

Lo studio è stato condotto analizzando la dieta e i campioni di urine di 780 adulti e 450 bambini, tutti inclusi nello UK National Diet and Nutrition Survey 2008/2009 to 2011/2012. La presenza maggiore di sale nelle urine dei partecipanti è stata registrata nei soggetti obesi o sovrappeso.

Critici in merito allo studio sono tuttavia altri ricercatori, non impegnati nella ricerca, di cui criticano la scelta di basarsi su abitudini alimentari indicate dai partecipanti e non verificate in prima persona. Come ha sostenuto la Prof.ssa Susan Jebb, University of Oxford, cautela è richiesta nell’interpretazione di tali risultati:

Dal momento in cui l’assunzione di calorie è riportata dagli stessi partecipanti non c’è modo di essere certi di tali affermazioni.

La riduzione dell’assunzione di sale è importante per ridurre il rischio cardiovascolare, ma la combinazione di un debole progetto di studio e la mancanza di meccanismi provvisti di solide basi per l’associazione tra sale e obesità significa che questo studio non dovrebbe togliere nulla al fatto che il guadagno di peso sia influenzato dal consumare troppe calorie.

Non voglio vedere le persone essere mal guidate dalla pubblicità intorno a questo studio verso il pensiero che ridurre il sale sia utile di per sé a evitare il rischio di obesità o che aiuti loro a perdere peso.

4 settembre 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento