Raggi del sole per la prevenzione dell’obesità. Secondo quanto affermato sulla rivista Diabetes dai ricercatori dell’Università di Edimburgo e dell’Università di Southampton, nel Regno Unito, l’esposizione alla luce solare offrirebbe un aiuto naturale importante per contrastare l’eccessivo aumento del peso corporeo.

Secondo i ricercatori britannici i raggi del sole influirebbero sulla produzione da parte dell’organismo di ossido nitrico, una proteina fondamentale nella gestione del metabolismo umano poiché regolerebbe, spiegano gli esperti, il modo in cui l’organismo assimila il cibo. A questo proposito lo studio ha visto lo svolgimento di analisi in laboratorio su alcuni roditori.

In una prima fase della ricerca i topi sono stati nutriti in maniera eccessiva rispetto al reale fabbisogno, con parte di loro esposti poi alla luce solare. I topolini che hanno avuto accesso maggiore ai raggi UV mostravano un rallentamento nell’accumulo di peso corporeo in confronto agli altri. Nel secondo esperimento l’esposizione al sole è stata sostituita con una crema con ossido nitrico, ottenendo lo stesso risultato ottenuto nel test precedente.

Dai risultati emergerebbe anche come nei topi non esposti ai raggi del sole si manifesterebbero con maggiore probabilità sintomi del diabete di tipo 2 come alterazioni nel livello di glucosio nel sangue e l’insulino-resistenza. Secondo quanto ha riferito il Dr. Richard Weller, tra gli autori dello studio:

Studi come questo stanno aiutando a capire come il sole può essere buono per noi. Abbiamo bisogno di ricordare che il cancro della pelle non è l’unica malattia che può ucciderci e forse i consigli sull’esposizione al sole dovrebbero essere bilanciati meglio.

24 ottobre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Agi
Lascia un commento