Si sa che l’obesità è correlata a patologie come il diabete, valori alti di colesterolo nel sangue, pressione alta e problemi cardiaci. Un gruppo di studiosi guidato da Linyuan Jing, dottoranda presso il Geisinger Health System di Danville in Pennsylvania, ha voluto quantificare gli effetti del sovrappeso sul cuore, in particolare quello dei bambini.

La ricerca, finanziata dal National Institutes of Health e dall’American Heart Association Great Rivers Affiliate, è stata appena presentata alla Sessione Scientifica 2015 dell’American Heart Association. Le analisi effettuate hanno riguardato esami di imaging biomedico al cuore di 20 bambini affetti da obesità. Le immagini sono state poi confrontare con quelle effettuate per 20 bambini di peso normale.

Ne è risultato per i primi, anche ad un età di appena 8 anni, il 27% in più di massa muscolare nel ventricolo sinistro e in generale un ispessimento del 12% dei muscoli del cuore rispetto alla norma. Tra i bambini obesi c’erano 7 adolescenti dei quali 5 avevano un indice di massa corporea (rapporto tra il peso e il quadrato dell’altezza) che andava oltre 35 (per gli adulti un valore “sano” sta tra 18,5 e 25).

Ben il 40% dei bambini obesi esaminati è stato considerato ad alto rischio: sebbene nessuno dei soggetti al momento dello studio presentasse sintomi di sofferenza cardiaca, l’ispessimento riscontrato ne è un segno chiaro e inconfutabile. Bambini che si trovano in queste condizioni potrebbero sviluppare condizioni patologiche gravi in età adulta e per loro il rischio di morire prematuramente per malattie cardiache è elevato. La Dott.ssa Linyuan Jing spiega che:

I genitori dovrebbero essere molto motivati nell’aiutare i loro figli a mantenere un peso sano.

Ci auguriamo che gli effetti che vediamo nel cuore di questi bambini siano reversibili, tuttavia, è possibile che ci possano essere danni permanenti. Questo dovrebbe dare ulteriore motivazione ai genitori ad aiutare i loro bambini a condurre uno stile di vita sano.

Lo studio, come spiegano i ricercatori, sarebbe in realtà incompleto, perché alcuni bambini hanno dovuto essere esclusi dalla risonanza magnetica: alcuni perché malati di diabete, altri perché troppo “grossi” per entrare nelle macchine. Questo significa che gli effetti dell’obesità sulla salute del cuore di bambini che si presentano in forte sovrappeso potrebbero essere anche peggiori di quelli che sono stati misurati. La Dott.ssa Jing, spiega quali saranno gli obiettivi dei prossimi studi:

Il risultato è stato allarmante per noi. Capire le conseguenze a lungo termine di questo sarà fondamentale per capire in che modo abbiamo a che fare con l’impatto dell’epidemia di obesità pediatrica.

I ricercatori hanno intenzione di scandagliare in modo approfondito tutti gli effetti a lungo termine di una patologia che è legata a sbagliate abitudini alimentari e a scarsa attività fisica. Mai come in questo caso prevenire è meglio che curare, secondo gli scienziati l’attenzione alle abitudini di vita dei nostri figli possono significare una vita lunga e sana.

11 novembre 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento