Obesità come causa per almeno mezzo milione di tumori ogni anno. A denunciarlo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che sottolinea come tale patologia metabolica rappresenti un grave fattore di rischio non soltanto per le malattie cardiovascolari, ma anche per quelle tumorali.

Stando a quanto riferiscono i ricercatori impegnati nello studio i casi di tumore legati all’obesità sono stati 481mila nel 2012, il 3,6% del totale. I dati sono contenuti in uno studio promosso dall’International Agency for Research on Cancer (IARC) dell’OMS e pubblicato sul The Lancet Oncology.

L’obesità si starebbe inoltre imponendo come uno tra i fattori principali nei confronti di alcune patologie tumorali. Le stesse cifre diffuse dall’OMS sembrerebbero inoltre destinate a crescere ancora nei prossimi anni. Come sottolinea Christopher Wild, direttore dello IARC:

Si attende la crescita a livello globale del numero di tumori collegati all’obesità insieme con lo sviluppo economico.

Assume quindi un rilievo maggiore la scelta di una dieta sana che sappia mantenere il peso e l’indice di massa corporeo entro i limiti consigliati dagli esperti di salute.

Alla luce anche di quanto pubblicato dal World Cancer Research Fund la scorsa settimana, il cui studio ha posto l’attenzione sui livelli di rischio di tumore alla prostata derivati dall’essere obesi.

Secondo recenti studi efficaci contro l’obesità anche alcuni rimedi naturali, oltre a una dieta bilanciata, come gli esercizi di Nordic Walking, l’esposizione ai raggi del sole e 3 o 4 tazze di caffè al giorno.

26 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento